La Borsa di Milano ha concluso la seduta in rialzo. L’indice principale Ftse Mib guadagna lo 0,57% a 20.749 punti. Il Ftse Italia All Share ha terminato  a +0,49% (22.785 punti). A tenere banco per tutta la seduta Juventus, che ha segnato un +17,42% finale dopo l’exploit in Champions League. Volano anche Salvatore Ferragamo dopo i conti (+6,94%) e Azimut Holding (+3,31%). In calo Prysmian (-3,42%).

Chiusura in rialzo anche per le borse europee: il Ftse 100 di Londra ha concluso a +0,11% a 7.159 punti, il Cac 40 di Parigi a +0,69% (5.306 punti), mentre il Dax di Francoforte a +0,42% (11.572 punti). Si attende il nuovo voto sulla Brexit in Gran Bretagna.

Nel frattempo Wall Street ha aperto in rialzo dello 0,6% (indice Dow Jones), dopo i dati sugli ordini di beni durevoli di gennaio, aumentati a sorpresa dello 0,4%.

Il petrolio è in rialzo a New York. Quotazioni sostenute dall’inatteso calo delle scorte americane emerso dai dati Eia, con Wti e Brent rispettivamente a 57,8 (+1,7%) e 67,1 (+0,7%) dollari al barile.

Nei cambi, sul Forex l’euro/dollaro recupera la soglia di 1,13, mentre il cambio fra biglietto verde e yen scivola a 113,2.

Lo spread tra Btp e Bund resta poco mosso a 249 punti base con il rendimento del decennale italiano al 2,56%, dopo l’asta di Btp della mattinata in cui il Tesoro ha collocato tutti i 7,75 miliardi offerti.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.