La Borsa di Milano ha aperto piatta: Ftse Mib a +0,01% a 20.719 punti. Nel listino principale a guidare i rialzi è Telecom Italia (+1,46%), seguita da Saipem (+0,81%), in calo invece Amplifon (-3,46%) e il comparto del lusso con Moncler a -2,67% e Salvatore Ferragamo a -2,67%.

Avvio di seduta debole per le Borse europee. In calo Francoforte (-0,19%), piatte Londra (+0,08%) e Parigi (+0,04%).

Nei mercati asiatici gli investitori guardano a un accordo ormai vicino tra Usa e Cina sui dazi. Tuttavia Tokyo, a differenza delle piazze cinesi, ha chiuso in ribasso a -0,4%.

Sul fronte macroeconomico giornata ricca: si attende l’indice Markit Pmi dell’eurozona, degli Usa e dei principali Paesi del Vecchio Continente. Attesi anche il Pil del quarto trimestre 2018 dell’Italia e le vendite dal dettaglio nell’eurozona. Dagli Stati Uniti in arrivo i dati sulle vendite di abitazioni e le scorte di petrolio settimanali.

Il prezzo del petrolio oscilla attorno ai 56 dollari con gli investitori che valutano gli effetti dei negoziati sui dazi fra Usa e Cina. Il Wti del Texas cede 20 centesimi a 56,33 dollari al barile. Il Brent cala di 33 centesimi a 65,34 dollari.

Nei cambi euro in lieve calo all’avvio di seduta. La moneta unica scende dello 0,13% a 1,1326 dollari. In Asia lo yen avanza dello 0,17% a 111,9 sul dollaro.

Apertura stabile per lo spread fra Btp e Bund. Il differenziale segna 258 punti, sullo stesso livello della chiusura del giorno prima. Il rendimento del decennale è pari al 2,75%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.