«Le aziende avevano iniziato un percorso per il trasferimento sotto la Lanterna, ma ora è tutto fermo. Abbiamo recepito la volontà dell’amministrazione comunale di risolvere il problema, ma è chiaro che l’ipotesi di un’altra area allungherebbe i tempi».

Il presidente di Confindustria Genova Giovanni Mondini interviene sulla questione del trasferimento delle aziende Carmagnani e Superba intanto chiarendo un aspetto che pare non sia così scontato, a giudicare dalla terminologia che spesso si usa per definire quelle aziende: «Intanto si tratta di un polo chimico no petrolchimico. Sono aziende che non inquinano».

Le obiezioni dei territori possono essere legate al rischio di pericolosità per esplosione. Mondini aggiunge: «Non si può derogare alla delocalizzazione, che è contenuta anche nel piano dell’Autorità Portuale. La scelta dell’area non ci compete, ma è chiaro che va fatta, pensiamo solo alle spese che le aziende stanno facendo in quelle attuali di Multedo per la manutenzione di uno spazio che devono lasciare al più presto».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.