Siglato alla Spezia l’accordo operativo di destinazione dell’imposta di soggiorno fra il Comune della Spezia rappresentato dal sindaco Pierluigi Peracchini e le associazioni di categoria rappresentate da Davide Mazzola vicepresidente Cna La Spezia, Paolo Figoli presidente Confartigianato della Spezia, Alessandro Ravecca presidente Conferesercenti della Spezia, Gianfranco Bianchi presidente della Confcommercio della Spezia e Francesca Cozzani presidente Confindustria La Spezia.

L’accordo, alla cui stesura ha lavorato l’assessore al Turismo Paolo Asti, prevede che il 60% degli introiti derivanti dall’applicazione dell’imposta di soggiorno, pari a 830 mila euro, sia utilizzato concordandolo fra le parti.

Secondo l’accordo, il Comune della Spezia si impegna a garantire servizi turistici e di accoglienza, organizzare eventi e promozione della città, appuntamenti di richiamo per i turisti in particolare per la bassa stagione e creare la destination management organization “Terre e Golfo dei Poeti”.

Le associazioni si impegnano a supportare l’amministrazione in ogni attività e azione utile alla valorizzazione turistica, fornire il loro contributo sia direttamente sia tramite la Dmo, garantire la promozione delle attività della Dmo presso le imprese, raccogliere suggerimenti e idee per fornirli all’amministrazione, collaborare per l’informazione e la sensibilizzazione sugli obblighi relativi all’applicazione dell’imposta di soggiorno e segnalare all’amministrazione e alle autorità competenti situazioni di abusivismo.

L’accordo prevede l’avviamento delle attività di un tavolo tecnico, che ha sede presso l’assessorato al Turismo e costituito dalle associazioni firmatarie dell’accordo.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.