Regione Liguria ha presentato oggi alla Bit – Borsa Internazionale del Turismo di Milano la campagna di promozione per il 2019, dedicata al “Made in Liguria”.

Sarà un anno di particolare impegno e presenza in tutti i maggiori eventi di settore, fiere e workshop, e di potenziamento della promozione dell’immagine della Liguria sui social e non solo.

La Liguria alla Bit

Lo stand, allestito dall’Agenzia di promozione turistica “In Liguria”, che dispone di una superficie di 160 mq e ospita una ventina di operatori regionali. Già fissati 700 appuntamenti con operatori di tutto il mondo.

«Il 2019 – dice il presidente della Regione Giovanni Toti – sarà l’anno record per l’arrivo dei crocieristi, che aumentano ogni anno e hanno già superato i due milioni. Le Cinque Terre totalizzano più di quattro milioni di presenze. Dopo il ponte Morandi abbiamo bisogno di far sapere che la Liguria è ancora bella, è ancora raggiungibile, è praticabile come e più di prima. Il Golfo del Tigullio sarà di nuovo collegato con Portofino dal prossimo aprile, i lavori vanno avanti giorno e notte. Il calo di prenotazioni che abbiamo subito, con tutto quello che è successo, è naturale. Stiamo ripulendo il Tigullio, tutti gli yacht sono stati tolti dal mare, partirà rapidamente l’operazione fondali programmata dal ministero dell’ambiente. Se tutti ci rimbocchiamo le maniche, compreso chi si lamenta troppo, forse riusciamo a raggiungere buoni risultati insieme».

Da sin. Giampellegrini, Toti e Berrino

«Puntiamo – annuncia l’assessore al turismo Gianni Berrino – come dice un claim, sul “Mare verde della Liguria“, quindi su una nuova integrazione tra il mare e l’ingente patrimonio naturalistico di tutto il territorio regionale che può aggiungere attrattività alla base del turismo balneare che rimane la più importante nei numeri. A questo si aggiunge l’attrattività della nostra capitale culturale e artistica, che è Genova».

Berrino tende la mano agli albergatori del Tigullio

«La Bit – aggiunge Berrino – ha offerto l’occasione per un chiarimento informale con gli albergatori del Tigullio dopo le polemiche della settimana scorsa. Ci vedremo lunedì prossimo, il 18 febbraio, in un incontro aperto a tutti gli operatori per confrontarci e illustrare nel modo migliore le strategie dedicate al territorio. Comprendo la preoccupazione per le prenotazioni che non sono al livello del 2018, ma credo che sia indispensabile dare solo messaggi positivi, in questa fase così delicata, intorno alla Liguria come destinazione turistica. Stiamo lavorando per arrivare ai ponti primaverili con la strada di Portofino riaperta e il golfo del Tigullio ripulito, e tutto procede come da programma. Gli investimenti necessari sono stati fatti tempestivamente».

«Abbiamo appena brindato al successo di immagine e di promozione del festival di Sanremo e già siamo qui a Milano – dice il commissario di Agenzia In Liguria Pierpaolo Giampellegrini – l’Agenzia sta schiacciando sull’acceleratore, con tante iniziative di promozione e una campagna 2019 particolarmente impegnativa. Siamo consapevoli di avere un territorio unico al mondo da vendere sul mercato globale, e alcuni asset ineguagliabili nel campo del turismo culturale, del turismo attivo e nel settore dell’enogastronomia, che uno studio recente ha confermato essere trainante. Abbiamo tante carte e ce le vogliamo giocare bene, in perfetta collaborazione con le nostre imprese. Lo vediamo già qui a Milano, con venti operatori presenti al nostro stand e un numero di richieste di adesione anche maggiore».

Toti con il ministro Bussetti e i governatori di Lombardia e Sicilia, Fontana e Musumeci

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.