È Stefano Tabò il nuovo presidente dell’Istituto Italiano della Donazione (Iid) eletto dai soci nel corso dell’ultima assemblea. Succede a Edoardo Patriarca che ha presieduto l’ente dal 2012 per due mandati. Cinquantasette anni, genovese, Tabò è attivo nel mondo del volontariato fin dagli anni Settanta e presiede CSVnet dal novembre del 2011.

«Ho accettato con convinzione la proposta di questo nuovo incarico − afferma Tabò − e lo svolgerò facendo tesoro delle esperienze acquisite negli anni. Stiamo attraversando un passaggio cruciale per il terzo settore: si stanno aprendo nuove strade e possibilità, non solo in virtù della nuova normativa; si impongono nuove sfide, in particolare sul piano comunicativo e reputazionale. L’Istituto Italiano della Donazione è chiamato ad affermare, rinnovandolo, il suo originale e storico ruolo all’interno del non profit italiano, continuando a costruire la cultura e la pratica del dono, della trasparenza e della fiducia. Valori e dimensioni irrinunciabili per la nostra comunità».

Il nuovo consiglio direttivo dell’Istituto Italiano della Donazione è composto, oltre al presidente, da Alberto Fontana, Marzia Masiello, Paola Mercante, Ivan Nissoli, Silvia Stilli, Franco Vannini.

L’Istituto Italiano della Donazione è un’associazione riconosciuta che, grazie ai suoi strumenti e alle verifiche annuali, assicura che l’operato delle non profit, sia in linea con standard riconosciuti a livello internazionale e risponda a criteri di trasparenza, credibilità e onestà. I marchi di qualità Iid, concessi alle 150 Onp inserite in Io Dono Sicuro, confermano che l’Onp mette al centro del proprio agire questi valori. Dall’istituzione per legge del Giorno del Dono (2015) l’Iid promuove e coordina una campagna nazionale per la ricorrenza del 4 ottobre aperta a scuole, comuni, imprese e associazioni. Fondato nel 2004 da fondazione Sodalitas e forum nazionale del Terzo settore, l’istituto basa la propria attività sulla carta della donazione, primo codice italiano di autoregolamentazione per la raccolta e l’utilizzo dei fondi nel non profit. Dal 2006 l’Iid aderisce all’Icfo, International commitee on fundraising organizations, ente internazionale che riunisce realtà analoghe nel mondo.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.