Con l’elaborato “Green Living House”, la classe II C della scuola secondaria di primo grado “Nino Bixio” (Istituto Comprensivo San Francesco da Paola) si è aggiudicata il primo premio del concorso #sostenibilitàinscatola. L’idea è quella di rivalorizzare Palazzo Tabarca in via Boccanegra, destinandolo a spazio museale e a info point di bioarchitettura dove poter trovare soluzioni per rendere le abitazioni più ecocompatibili.

La premiazione ha così concluso la nona edizione del progetto didattico Genova Scoprendo, promosso da Fondazione Edoardo Garrone, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria e l’Accademia Ligustica di Belle Arti.

Menzione speciale per originalità e accuratezza dell’esecuzione ai progetti “Lepre in una Genova parallela”, realizzato dalla classe 3 A/B dell’Istituto Comprensivo di Busalla, plesso di Mignanego, e “Piazza Pulita – Utopia Possibile”, proposto dalla classe seconda dell’Istituto Comprensivo Valle Stura, plesso Campo Ligure.

Diventando veri protagonisti della sostenibilità in città, 230 ragazzi di 10 classi delle scuole secondarie di primo grado di Genova si sono cimentati nella creazione di modellini tridimensionali dei più significativi e suggestivi angoli della città. Al centro dei manufatti, in linea con il filo conduttore del progetto didattico, i temi della mobilità, dell’alimentazione, della gestione dei rifiuti e del riuso intelligente. I 10 elaborati sono stati condivisi e votati sulla pagina Instagram di Fondazione Garrone (@fondazione_garrone) e valutati dai promotori dell’iniziativa. Giunge così al termine il percorso didattico che ha coinvolto i ragazzi in un programma estremamente vario secondo il format consolidato, con metodologie didattiche innovative e in linea con le indicazioni del ministero dell’Università e della Ricerca.

Formazione in aula, con pillole di sostenibilità; incontri con realtà appartenenti al mondo del volontariato; esperienza sul campo, come l’uscita ecologica nel Parco dell’Acquasola, guidati dal noto “rifiutologo” Roberto Cavallo, in collaborazione con Amiu, che li ha visti impegnati nella raccolta di piccoli rifiuti, e la visita artistico-culturale nel cuore di Genova, guidata dagli studenti dell’Accademia Ligustica di Belle Arti secondo la modalità dell’educazione peer to peer (educazione tra pari). Iniziativa ormai consolidata nella programmazione culturale della Fondazione Edoardo Garrone, il progetto Genova Scoprendo ha confermato così il successo della sua formula, in linea con gli obiettivi di formazione delle giovani generazioni e della valorizzazione dei territori.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.