Il New York Times ha inserito il Golfo Paradiso tra le 52 mete da visitare nel 2019.

Lo definisce “una gemma rara e incontaminata della Riviera. Un pezzetto di litorale raramente esplorato tra l’affascinante Portofino e il porto industriale di Genova. Un’alternativa alle perle già conosciute e molto (anche troppo) frequentate dai turisti: Portofino, appunto, le Cinque Terre e Portovenere”.

Il piccolo Golfo – scrive Ingrid K. Williams – è “casa” di cinque cittadine, tra cui Camogli (scelta dal Nyt per l’immagine rappresentativa), definita un colorato villaggio di pescatori come ciascuna delle Cinque Terre.

Lodate le specialità gastronomiche: le acciughe, le trofie, la focaccia col formaggio di Recco.

Tra le cose da vedere: i giardini in fiore a Pieve Ligure, la spiaggia di Sori e, naturalmente, San Fruttuoso di Camogli.

Se volete sapere come se ne parla sulla pagina Facebook del giornale e volete intervenire, ecco il link

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.