È in linea da oggi, sul sito istituzionale della Regione Liguria, il sistema telematico messo a punto da Liguria Digitale per presentare le domande per accedere al sostegno al reddito, previsti dal decreto Genova, a favore di lavoratori dipendenti o autonomi che sono stati danneggiati dal crollo del Ponte Morandi. La procedura è stata messa a punto dopo l’approvazione, la settimana scorsa, dei decreti attuativi firmati dal presidente e commissario per l’emergenza Giovanni Toti.

Il primo periodo di presentazione delle domande nel 2019 comincia oggi, 15 gennaio, e termina il 28 febbraio. Le risorse che verranno assegnate in base alle domande presentate in questo primo periodo sono quelle relative al 2018 previste dal Decreto Genova: si tiene conto dunque delle difficoltà certificate fino al 31 dicembre 2018. A seconda dell’andamento di questa prima fase, la Regione valuterà se i requisiti previsti avranno intercettato le reali esigenze di aziende e professionisti o se sarà il caso di apportare delle modifiche per venire incontro nel modo migliore a tutti gli aventi diritto. In base all’articolo 4 ter del Decreto Genova, nell’arco di 12 mesi verranno assegnati 11 milioni relativi al 2018 e altri 19 relativi al 2019.

Nella home page del sito istituzionale della Regione Liguria è stata aggiunta la voce “Sostegno al reddito per il ponte Morandi“. I lavoratori autonomi devono compilare il modulo per la domanda, stamparlo e inviarlo con lettera raccomandata.

Le aziende, per ottenere il sostegno a beneficio dei loro dipendenti, devono seguire la procedura aggiunta nella sezione dedicata alle comunicazioni obbligatorie da parte delle imprese.

Una guida procedurale che illustra requisiti, termini e modalità di presentazione delle domande e delle comunicazioni è disponibile qui.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.