Il consiglio dei ministri, su proposta del presidente Giuseppe Conte e del ministro dell’Economia e delle finanze Giovanni Tria, ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti su Banca Carige e a tutela della clientela e dei risparmiatori. In particolare, riferisce una nota, “viene prevista la possibilità per la banca di accedere a forme di sostegno pubblico della liquidità che consistono nella concessione da parte del ministero dell’Economia e delle finanze della garanzia dello Stato su passività di nuova emissione, ovvero su finanziamenti erogati discrezionalmente dalla Banca d’Italia. In stretto raccordo con le istituzioni comunitarie, le garanzie previste saranno concesse nel pieno rispetto della normativa in materia di aiuti di Stato”.

“Le misure previste dal decreto – si legge nella nota – forniscono ai commissari un quadro operativo che consente di trarre pieno beneficio dalle opportunità gestionali offerte dall’amministrazione straordinaria”.

Le norme contenute nel provvedimento “si pongono in linea di continuità con il  provvedimento di amministrazione straordinaria recentemente adottato dalla Banca centrale europea. L’obiettivo è di consentire ai commissari di assumere le iniziative utili a preservare la stabilità e la coerenza del governo della società, completare il rafforzamento patrimoniale dell’istituto già avviato con l’intervento del Fondo interbancario dei depositi, proseguire nella riduzione dei crediti deteriorati e perseguire un’operazione di aggregazione”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.