«Abbiamo registrato la posizione del ministro dell’Economia Tria, che auspica una soluzione privata per Carige − spiegano in una nota il segretario generale Cisl Liguria Luca Maestripieri e Alessandro Mutini, responsabile Sas Gruppo Carige, First Cisl − al momento è ancora presto per affrontare questo tema: noi non escludiamo nessuna soluzione. La priorità piuttosto è quella di non cedere gli Utp, i crediti che possono essere recuperati. La proposta della First Cisl nazionale di destinare 80 milioni dal Fondo dell’Occupazione va anche in questa direzione. La sottoscrizione della quota del bond da 400 milioni fornirebbe inoltre il capitale da investire in ciò che oggi siamo più concentrati ovvero il rilancio della parte commerciale della banca e della sua capacità di fare reddito. Sarebbe importante, come hanno detto i piccoli azionisti, anche la canalizzazione dei soldi per la demolizione e costruzione di ponte Morandi: questo permetterebbe a Carige di avere ulteriore liquidità e aiutare il territorio».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.