Dopo aver iniziato il percorso Genova@Resiliente lo scorso 20 novembre, la città e le strutture a questo scopo dedicate continuano a lavorare per rendere concreto l’obiettivo ambizioso di avere un documento di strategia di sviluppo sostenibile della città entro giugno 2019.

In virtù di questa volontà di leggere in maniera innovativa il territorio, trasformando le problematiche in opportunità e in volano di crescita e sviluppo, da martedì 4 dicembre Genova è ufficialmente la prima città d’Europa ad attivare la collaborazione con il Centro comune di Ricerca (Joint Research Centre) della Commissione Europea per contribuire a implementare una nuova piattaforma, il Risk Data Hub, come ausilio per sviluppare politiche di prevenzione, preparazione ai cambiamenti rispetto a scenari di rischio attuali e futuri.

Consolidare le relazioni e favorire il confronto attraverso collaborazioni nazionali e internazionali permetterà di lavorare per una città ancora più attrattiva e competitiva, grazie a questo lavoro che darà visibilità internazionale a Genova come esempio di eccellenza replicabile e scalabile.

«Siamo orgogliosi di questo riconoscimento, che ben si sposa con il ruolo di Genova come coordinatore europeo per gli eventi climatici – dichiara l’assessore allo Sviluppo e alla Promozione Economica della città Giancarlo Vinacci – e con il possibile inserimento della nostra città nel panel delle 100 Resilient Cities nel mondo coordinato dalla prestigiosissima Rockefeller Foundation, con conseguente facoltà di accesso a risorse e expertise del network internazionale per la sviluppo della ricerca in tema di resilienza».

Nell’ambito della collaborazione, a partire da gennaio 2019, Genova avrà un suo “corner”, ossia un’area dedicata nella piattaforma, dove gli esperti del Centro Comune di Ricerca analizzeranno il nostro territorio per fornire elementi utili e aggiuntivi a servizio dei processi decisionali in tema di resilienza.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.