“Al di là dei termini usati dai legali che tutelano Autostrade per l’Italia, la società ribadisce di considerare il Decreto Genova portatore di numerosi profili di illegittimità rispetto ai quali il consiglio di amministrazione ha ritenuto di promuovere ricorso, anche in considerazione della necessità di attendere il necessario accertamento delle responsabilità da parte della magistratura. Ma nel contempo la società ribadisce di considerare una priorità assoluta l’interesse di Genova e dei genovesi e di voler cooperare con il commissario Bucci, con il quale i confronti sono quotidiani e costruttivi, per far sì che Genova abbia quanto prima il nuovo ponte autostradale”.

Lo si legge in una nota stampa di Aspi, che prova così a fare chiarezza in merito ad alcuni articoli sui contenuti del ricorso presentato lo scorso 13 dicembre al dl Genova, pubblicati oggi da alcuni quotidiani.

Autostrade sottolinea che “la decisione di non chiedere la sospensiva dei provvedimenti del commissario, come la società stessa aveva già comunicato a valle del cda dello scorso 13 dicembre, ne è la più chiara conferma” (del voler collaborare con il commissario).

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.