235.000 mila visitatori tra Galata Museo del Mare, Museoteatro della Commenda, Museo Navale di Pegli e, da marzo, Lanterna di Genova. Sono i risultati del 2018 del Muma di Genova.

Il Galata Museo del Mare guida con 178 mila visitatori (130 mila paganti) per l’anno in corso, un -13% dei visitatori paganti rispetto al 2017, flessione in linea con le altre strutture turistico/museali cittadine, compensato da un +37% di partecipanti agli eventi e fruitori dei nuovi punti ristoro del Museo.

Un 2018 caratterizzato da novità di prodotto, grandi eventi per target diversi, maggiori servizi per i visitatori, mostre temporanee e una comunicazione più attenta ai social network e alle nuove generazioni.

Nel 2019 i musei del Muma confermano le linee guida del 2018: ai più piccoli sarà dedicato un progetto con protagonista Geronimo Stilton, che accompagnerà le famiglie attraverso le sale del Galata Museo del Mare lungo un percorso tematizzato, mentre a un pubblico più adulto sono dedicati gli “Incontri in Blu. Uomini, donne e storie di mare“.  Dal 27 al 29 giugno 2019, la conferenza internazionale “Diaspore Italiane – Italy in Movement”, organizzata in collaborazione con Coasit (Melbourne); The John D. Calandra Italian American Institute/Queens College, City University of New York.

Al Museo della Commenda di Prè continueranno con continuità mostre ed eventi fino ad inizio lavori del Museo dell’Emigrazione Italiana; mentre il Museo Navale di Pegli che grazie alla programmazione del Cup (Centro Universitario del Ponente Ligure) si conferma ogni anno punto di riferimento culturale del Ponente cittadino, per l’anno 2019 sarà interessato da lavori di manutenzione straordinaria per rendere la struttura più accogliente e accessibile anche ai disabili e da attività per portare i genovesi a vivere le strutture museali del Ponente Ligure: una sorta di caccia ai tesori di Pegli tra il Museo Navale, quello Archeologico e Villa Pallavicini. La Lanterna nel 2019 inizierà con una ricca programmazione fin dai primi mesi invernali con laboratori a tema dedicati ai bambini e visite guidate.

«In tendenza con gli altri musei genovesi – commenta Barbara Grosso assessore alla Cultura Comune di Genova – anche il Muma si caratterizza sempre più come un contenitore culturale di alto livello e in grado di calibrare le offerte in base al target di età e di interesse dei visitatori. Le innovazioni portate avanti nel 2018, penso all’acquisizione della Lanterna, simbolo di Genova e faro più alto del Mediterraneo, e le iniziative previste per il 2019, ad esempio i percorsi dedicati ai bambini al Galata e gli incontri “In Blu”, confermeranno il ruolo del Muma quale promotore e polo di attrazione della cultura legata al mondo del mare, con tutte le carte in regola per profilarsi con un respiro internazionale».

I partner istituzionali che accompagnano il Muma sono l’Associazione Promotori Musei del Mare onlus, Costa Edutainment spa, Cooperativa Solidarietà e Lavoro, Cup, Fondazione Labò, Amici della Lanterna.

Galata Museo del Mare

Il 2019 del Galata Museo del Mare vedrà due importanti proposte rivolte al target famiglie e bambini e al largo pubblico: dal 20 dicembre 2018 grazie al progetto “Alla scoperta del Galata in compagnia di Geronimo Stilton”, il famoso topo giornalista accompagnerà i visitatori in uno speciale percorso a misura di bambino. Il progetto nasce per avvicinare i più piccoli, in modo creativo e innovativo, al fascino e all’avventura che il Museo del Mare può regalare grazie al viaggio di scoperta, nel tempo e nello spazio, offerto ai visitatori. Durante l’anno, oltre al percorso tematizzato verranno sviluppati, in collaborazione con Atlantyca Entertainment spa, contenuti speciali e un palinsesto di eventi off e on-line, progettati ad hoc, affinché Geronimo Stilton “in pelliccia e baffi” possa accompagnare i piccoli visitatori e le loro famiglie alla scoperta delle sale del museo.

Il 2019 sarà anche l’anno “In Blu” del Museo: a partire da gennaio e fino a settembre 2018, l’ultimo giovedì del mese sarà dedicato agli “Incontri in Blu. Uomini, donne e storie di mare”. 7 incontri con personaggi legati al mondo del mare, organizzati con l’obbiettivo di promuovere la cultura e la passione per il mare attraverso gli uomini e le donne che lo vivono e le loro storie. Gli ospiti, in dialogo con il pubblico, verranno intervistati dai giornalisti Fabio Pozzo e Nicolò Carnimeo, ideatori della rassegna. Primi appuntamenti confermati: il 31 gennaio 2019 “la storia di Luna Rossa” raccontata dal team; 28 febbraio 2019 Alessia Zecchini, apneista, primatista mondiale di apnea (-107 mt assetto costante). Da segnalare dal 27 al 29 giugno il terzo appuntamento della conferenza internazionale “Diaspore Italiane – Italy in Movement”, organizzato in collaborazione con CO.AS.IT. (Melbourne); The John D. Calandra Italian American Institute/Queens College, City University of New York;

Lanterna di Genova

La Lanterna, il faro più alto del Mediterraneo da sempre simbolo di Genova, gestista da Fondazione Mario Giorgio Labò in collaborazione con Associazione Amici della Lanterna, è entrata da marzo a far parte dei musei  Mu.MA. Il tema centrale dell’anno è stato la ricorrenza dell’890° anniversario dalla sua costruzione (1128 d.c.), che ha dato il via a una ricca programmazione culturale, con l’adesione della Compagnia di San Paolo al progetto delle celebrazioni. Oltre alla consueta attività di laboratori didattici, visite guidate a tema, mostre, conferenze e illuminazioni speciali,  possiamo ricordare la manifestazione “Infiorata” in occasione di Euroflora, con la donazione dalla Cooperativa Il Rastrello di più di 200 piantine fiorite che hanno composto la bandiera di Genova; la stagione estiva caratterizzata da un’attenzione particolare all’anniversario della Lanterna, con teatro, musica, danza, attività sportive, che ha avuto maggiore partecipazione per Luci sul Forte,  Maratona internazionale di Tango 2×4, Concorso Canoro Nazionale di Voci Nuove e Festival Zones Portuaires; il convegno per le Giornate Europee del Patrimonio (22 settembre) incentrato sul valore culturale del faro, con il taglio della torta, e infine la visita degli Instagrammers che hanno creato un circuito virtuoso di promozione del monumento anche sui social. Il 2019 inizierà con una ricca programmazione fin dai primi mesi invernali con laboratori a tema dedicati ai bambini e visite guidate.

 

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.