Via Siffredi chiusa per 19 ore, dalle 20 di sabato 17 novembre a domenica 18 alle 15, in entrambe le direzioni.

Un ultimo “sforzo” per arrivare all’apertura del collegamento diretto tra il casello dell’Aeroporto e la strada Guido Rossa, per completare il lotto 10, diventato necessario per dare respiro al traffico su Sestri Ponente dopo il crollo del ponte Morandi. Per posare l’ultima campata che sovrasterà via Siffredi appunto, occorrerà dirottare altrove il traffico veicolare. Stavolta, a differenza della prima chiusura di un mese fa, i treni non subiranno blocchi.

Via della Superba continuerà ad assorbire il transito del traffico pesante in entrambe le direzioni, che nelle giornate di sabato e domenica è comunque molto ridotto rispetto ai giorni feriali.

Chiusura via Trenta Giugno, a breve display informativi e avvisi via Whatsapp

Negli ultimi giorni il maltempo ha fatto scattare frequentemente gli allarmi dei sensori posti sul ponte Morandi, con conseguente chiusura di via Trenta Giugno. I residenti chiedono a gran voce di essere avvisati per tempo: «Ci stiamo muovendo − spiega Balleari − e lavoriamo, insieme alla Protezione civile, a una cartellonistica a display per indicare la chiusura della strada. Ma dal momento che questa può essere ubicata nelle vicinanze della Trenta Giugno, non sarebbe utile per chi proviene da lontano: per questo stiamo ragionando anche su una comunicazione via Whatsapp o Telegram, a cui gli utenti possano iscriversi gratuitamente per ricevere in tempo reale l’informazione.

«Sarà l’ultimo sforzo vero che chiederemo ai cittadini − spiega Stefano Balleari, vicesindaco con delega alla Mobilità − che potranno testare con mano, già dal giorno dopo, il fatto di poter avere il cavalcavia sopra via Siffredi. È una chiusura impattante, ma meno di quella di ottobre, ma questa volta il risultato sarà immediato».

Il consiglio è quello di evitare, se non strettamente necessario, l’uso del mezzo proprio per transitare nelle zone interessate dalla momentanea chiusura di via Siffredi: il fatto che i treni viaggino regolarmente lungo tutto il percorso ferroviario, è un incentivo in più a non spostarsi in automobile.

Il crono-programma potrebbe slittare di pochi giorni: l’apertura del collegamento diretto Autostrada-Guido Rossa, fissata per la fine di novembre, «potrebbe slittare ai dei primi di dicembre − precisa il vicesindaco − In ogni caso, tra pochi giorni sarà possibile, per i veicoli in uscita dall’autostrada, immettersi direttamente sulla Guido Rossa e, viceversa, chi percorre la strada a mare potrà prendere direttamente l’imbocco dell’autostrada, con un notevole alleggerimento del traffico su via Siffredi».

«Per permettere il varo occorre traslarlo dall’attuale posizione nelle aree dove c’erano i distributori di carburanti, tra via Siffredi e la ferrovia, e l’area dove verrà preso in carico da tre autogru e posizionato sulla pila realizzata recentemente subito dopo la ferrovia e la spalla stessa», descrive Luca Castagna, responsabile del procedimento del Lotto 10 di Sviluppo Genova. Ultimate poi le restanti lavorazioni, come i getti delle solette, la pavimentazione stradale, l’illuminazione (interventi che non richiedono più la chiusura di via Siffredi), il viadotto Sud sarà definitivamente completato.

A gennaio si partirà con il viadotto Nord, per avere tutta l’opera perfettamente percorribile a partire dalla metà di marzo 2019.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.