Margine operativo lordo di circa 706 milioni di euro (+13,5% rispetto al 30 settembre 2017) e un utile pari a 236 milioni (+32,4%) per Iren nei primi nove mesi del 2018. L’indebitamento finanziario netto nel periodo si attesta a circa 2.395 milioni (+23 milioni) a fronte di investimenti pari a 286 milioni (+43,1%) e di operazioni di consolidamento (181 milioni).

Paolo Peveraro, presidente del gruppo, commenta: «I risultati dei primi nove mesi evidenziano lo stato di salute e il dinamismo del gruppo, testimoniato dall’integrazione di AcamLa Spezia, Iren Rinnovabili e Sev, che nel periodo hanno contribuito all’ebitda per circa 20 milioni di euro. Un percorso di crescita per linee esterne che proseguirà anche nei prossimi mesi e che, con le recenti operazioni di Seta e San Germano, unite agli importanti investimenti effettuati, conferma la leadership del gruppo nel processo di consolidamento e l’importante contributo allo sviluppo nei propri territori di riferimento».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.