Il presidente del Regione Liguria, Giovanni Toti, accompagnato dall’assessore alla Protezione Civile Giacomo Giampedrone, ha incontrato oggi a Lavagna i sindaci, i balneari e gli operatori economici del Tigullio Orientale e dell’entroterra per fare il punto sui danni del maltempo di fine ottobre.

All’incontro hanno partecipato il commissario di Lavagna, i sindaci di Ne, Sestri Levante, Carasco, Castiglione Chiavarese, Chiavari, Mezzanego e Moneglia, oltre ai consiglieri regionali Muzio, De Paoli, Pisani, Boitano e Garibaldi.

«Il governo ha stanziato 6,5 milioni di euro per le somme urgenze», spiega Toti.

«Stiamo aspettando 200 milioni promessi dal premier Conte sui fondi della presidenza del consiglio. Un emendamento approvato ieri sera dalla commissione bilancio stanzia inoltre 450 milioni per tutto il territorio nazionale, risorse che potrebbero essere utilizzati verso le strutture di protezione degli abitati e dei porti, che in Liguria hanno avuto danni particolari».

Riguardo alla situazione dei balneari, fra i maggiori danneggiati, «serve una semplificazione amministrativa per il recupero e restauro delle strutture danneggiate in modo che non debbano perdere tempo con la burocrazia. E il secondo intervento che può essere una via percorribile che non turba l’Europa, può essere il prolungamento delle concessioni per la durata dei tempi d’ammortamento dell’investimento».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.