È iniziato da poco in Prefettura a Genova l’incontro tra il commissario europeo ai Trasporti Violeta Bulc, il ministro alle Infrastrutture Danilo Toninelli, il viceministro Edoardo Rixi, il presidente della Regione Giovanni Toti e il sindaco di Genova Marco Bucci. E intanto, proprio questa mattina, commercianti, residenti e sfollati della val Polcevera, colpiti dal crollo del Morandi del 14 agosto scorso, stanno manifestando per denunciare l’isolamento del territorio.

“Liberate la Valpolcevera” è lo slogan dello striscione che apre il corteo dei manifestanti, che, partiti da palazzo San Giorgio, hanno raggiunto in queste ore piazza De Ferrari. Qui una delegazione incontreranno i commissari all’emergenza e alla ricostruzione, il governatore ligure Toti e il sindaco Bucci. La richiesta è quella di “aprire le strade”, liberare i quartieri del Ponente genovese dall’isolamento e ricevere risposte concrete sul proprio futuro.

Al termine della riunione in Prefettura, intorno alle 13, un gruppo di sfollati incontrerà il ministro Toninelli in Capitaneria di porto: «Il decreto Genova sarà migliorato − è il commento del ministro a margine della riunione − vi invito a non contestarlo, non solo perché è scritto col cuore vicino ai genovesi, ma anche con un’alta tecnica giuridica che permetterà al commissario per la ricostruzione Bucci di lavorare bene. Il governo è impegnato giorno e notte per ridare a Genova la normalità».

Si dice pronta a offrire il proprio aiuto anche la commissaria europea Violeta Bulc: «Sono qui per onorare la memoria delle vittime − ha affermato − per un tributo alle famiglie che hanno sofferto per questa grande tragedia e per offrire l’aiuto dell’Europa, che è pronta a fare la propria parte per aiutare Genova e la Regione con l’obiettivo di ridare il futuro a questo territorio. È importante assicurare subito il ripristino dei collegamenti regionali perché la Liguria rappresenta un fondamentale terminale dell’Unione europea».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.