Enrico Poggi, alla presenza della segretaria Filt Cgil nazionale Giulia Guida, è stato confermato dall’assemblea generale della categoria provinciale, segretario generale della Filt Cgil di Genova. «Ripartiamo dalla base – ha detto – per costruire un nuovo percorso che unisca i lavoratori in questo momento particolare dove c’è bisogno di democrazia, uguaglianza e unità. Ricostruiamo il ponte della democrazia e del diritto».

Poggi, nato nel 1971 a Genova, è sposato e ha due figli. Dopo essersi diplomato all’Istituto tecnico nautico, nel 1989 entra a lavorare in una delle aziende delle Riparazioni Navali del Porto di Genova in qualità di aggiustatore saldatore. Qui si iscrive alla Fiom Cgil, tessera che lascia per iscriversi alla Filt Cgil quando nel 1994 entra al Vte in qualità di operaio polivalente specializzato e gruista. Nel 2002 viene eletto nella rappresentanza sindacale unitaria e sino al 2010 è delegato del sindacato Cgil dei trasporti per la sua azienda dove segue le questioni interne legate al contratto e all’organizzazione del lavoro. A livello nazionale viene inserito nella delegazione trattante del rinnovo del contratto nazionale dei porti ed entra a far parte della commissione del sindacato sui lavori usuranti. Sono gli anni in cui, tra il 2007 e il 2008, anche il Porto di Genova risente della crisi economica internazionale e delle conseguenti riorganizzazioni.

Nel 2010 viene infine distaccato presso la Filt Cgil dove gli viene attribuita la delega alla portualità e partecipa alla nascita degli rls di sito (rappresentante dei lavoratori per la sicurezza). Il 25 ottobre 2017 la categoria gli affida, in qualità di segretario generale, la responsabilità della Filt che rappresenta il variegato mondo dei trasporti e che si occupa della tutela dei diritti dei lavoratori del Porto più importante del Paese, incarico che gli è stato confermato ieri.

 

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.