I liguri spendono molto di più per i farmaci, a livello privato, rispetto al resto d’Italia. Lo si evince dal report regionale elaborato dall’Agenzia Italiana del Farmaco sul consumo dei farmaci nell’anno 2017.

La spesa procapite privata ammonta a ben 163 euro contro i 119,8 italiani, invece, per quanto riguarda l’acquisto di farmaci nelle strutture sanitarie pubbliche, la spesa pro capite “pesata” è di 189,94 euro contro i 194,58 italiani, particolarmente diverse le quantità di dosi giornaliere al giorno per mille abitanti: raggiungono quota 209,1 contro le 158,7 italiane.

La Liguria è virtuosa, nel banale calcolo a confronto con l’Italia per quanto riguarda le prescrizioni in assistenza convenzionata: 152,94 euro di spesa pro capite pesata contro i 173,21 italiani, 855,5 le dosi giornaliere per 1000 abitanti al giorno contro le 972,7 italiane, 8,7 le ricette pro capite contro le 9,6 italiane. 16 le confezioni pro capite contro le 18,3 italiane. La compartecipazione sulla spesa lorda raggiunge il 16,4% in Liguria, contro il 14,8% dell’Italia.

Ma qual è la spesa procapite, per tipologia di “obiettivo” del farmaco a livello di spesa farmaceutica convenzionata di classe A-SSN, in Liguria e per erogazione da parte delle strutture pubbliche? Si può notare come i farmaci antitumorali siano prevalenti per quest’ultima categoria.


Ai primi tre posti per milioni di spesa ci sono tre principi attivi legati all’apparato gastrointestinale e al metabolismo. I primi due sono i cosiddetti “inibitori della pompa protonica”, per ridurre la quantità di acidi prodotti dallo stomaco.

Il primo principio attivo a maggiore variazione di spesa convenzionata rispetto al 2016 è un antidepressivo: le vortioxetine, che si sono rivelate particolarmente efficaci, sono aumentate del 245,9%.

Quello più consumato è il ramipril (utile in caso di ipertensione e problemi cardiovascolari) con 49,2 dosi giornaliere ogni mille abitanti, seguito dall’atorvastatina (per ridurre il colesterolo) con 36,7 dosi e dall’acido acetilsacilico (l’aspirina) con 30,1. Rispetto al 2016 le dosi sono aumentati in percentuale, rispettivamente, del 12,1%, del 9,1% e del 49,7%.

I gruppi di farmaci a maggior prescrizione nel 2017 in Liguria

Andando ad analizzare i gruppi di farmaci a maggior prescrizione nel 2017, al primo posto per quanto riguarda la spesa totale ci sono quelli oncologici, come svela l’infografica qui sotto. Restano fuori dai primi 10 gli antidiabetici (18,5 milioni), i farmaci per la sclerosi multipla (16,7 milioni), quelli per l’osteoporosi (14 milioni), gli antidepressivi (14 milioni), quelli per la terapia del dolore (13,3 milioni), per i disturbi oculari (13,1 milioni), i vaccini (12,5 milioni), i farmaci per i disturbi genito-urinari (10,2 milioni), quelli per i fattori di coagulazione (9,1 milioni), gli antipsicotici (6,3 milioni), quelli anti-parkinson (5,5 milioni), i Fans (3,9 milioni). Chiudono la classifica i farmaci per la fibrosi cistica (1 milione), per la tiroide (0,9 milioni) e quelli antidemenza (0,7 milioni).

Per chi volesse confrontare i dati liguri con quelli di altre regioni, ecco il link dove scaricare tutti i report.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.