Una giornata di visite gratuite e informazioni sulla depressione e sui disturbi della condotta alimentare nella popolazione femminile: in occasione della Giornata Mondiale della Salute Mentale, l’Asl 5 Spezzino organizza due iniziative dedicate alle donne nell’ambito della quinta edizione dell’Open Day promosso da Onda, l’Osservatorio Nazionale sulla salute della donna e di genere.

Asl 5, premiata da Onda con due Bollini Rosa per l’offerta di servizi dedicati alla prevenzione, diagnosi e cura delle malattie femminili, mette a disposizione i propri specialisti per visite, colloqui e informazioni, con l’obiettivo di sensibilizzare sull’importanza della diagnosi precoce e favorire l’accesso alle cure, aiutando a superare pregiudizi e paure legate alle malattie psichiche.

Due gli appuntamenti organizzati dal Dipartimento di Salute Mentale diretto da Rosanna Ceglie, che si svolgeranno nella giornata di mercoledì 10 ottobre.

Il primo, dedicato alla depressione, prevede visite psichiatriche e colloqui psicologici, e si terrà dalle 9 alle 12 nell’ambulatorio Psichiatrico dell’ospedale Sant’Andrea della Spezia.

Il secondo, organizzato dal Day Hospital riabilitativo Disturbi Condotta Alimentare guidato da Elisa Simonini, prevede l’attivazione, dalle 9 alle 12, di uno sportello di ascolto sui problemi dell’alimentazione e dell’immagine corporea, con visite psichiatriche e colloqui psicologici, nell’ambulatorio DH DCA situato all’interno del Padiglione 7 del nosocomio spezzino.

«La maggior parte delle pazienti che si rivolgono al nostro ambulatorio soffre di patologie depressive – spiega Ceglie – Si tratta di una patologia che colpisce molto di più la popolazione femminile, e che ormai si manifesta in età sempre più precoce. È importante l’attività di prevenzione e di sensibilizzazione della popolazione sulle principali patologie legate alla mente, con l’obiettivo di avvicinarla agli strumenti e ai servizi di cura presenti sul territorio».

Di particolare attualità sono i Disturbi della condotta alimentare, per i quali Asl 5 ha avviato, dal gennaio del 2016, un ambulatorio di Day Hospital dedicato.

«Spesso il disturbo alimentare è associato a patologie psichiatriche – spiega Simonini – Quest’anno, attraverso il Day Hospital, fino a oggi sono stati presi in carico 24 pazienti, soprattutto adolescenti, con una netta prevalenza femminile. Tra questi, anche giovani che non sempre sviluppano appieno un disturbo dell’alimentazione, ma “patologie di confine” comunque invalidanti e in grado di compromettere lo sviluppo, sulle quali è necessario intervenire precocemente. È opportuno affrontare a 360 gradi i disturbi dell’alimentazione, proprio per allargare lo spettro d’azione anche a quei disturbi apparentemente più lievi, come il Binge Eating (disturbo da alimentazione incontrollata), ma che in realtà possono rappresentare sintomi precoci di una patologia più grave. Quest’anno, per esempio, abbiamo preso in carico due adolescenti con disturbi di Binge Eating».

Per accedere alle iniziative organizzate da Asl5 non è necessaria la prenotazione. I servizi offerti sono inoltre consultabili sul sito www.bollinirosa.it. L’iniziativa promossa a livello nazionale da Onda è patrocinata dalla Società Italiana di Psichiatria e dalla Società italiana di Neuropsicofarmacologia.

Anche la Asl 3 prende parte all’iniziativa con “Filo diretto con lo Specialista”: mercoledì 10 ottobre 2018 dalle 9 alle 12, chiamando il numero 010 849 8944, i cittadini potranno mettersi in contatto con gli esperti della struttura complessa Salute Mentale Distretto 10, diretta da Rocco Luigi Picci, per informazioni e colloqui.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.