Chiusura in forte ribasso per le Borse europee in scia alla giornata negativa di Wall Street, dove a soffrire sono in particolare i tecnologici. Sui mercati pesano lo scontro commerciale tra Usa e Cina e le stime negative sulla crescita mondiale del Fmi. Francoforte segna -2,21%, Parigi -2,11%, Londra -1,27%.

Milano ha terminato le contrattazioni con Ftse Italia All-Share a 21.711,45 punti ( -1,71%) e Ftse Mib a 19.719,04 punti (-1,71%). Pesano le incertezze sulla Legge di Bilancio e, per quanto riguarda il comparto del lusso, il report negativo di Morgan Stanley. Moncler. ha accusato un tonfo del 10,85%, Ferrari, considerata una luxury company, dell’8,14%. Male anche i tecnologici, intonati con l’andamento generale del settore neli Usa e in Europa, con Stm -5,77%.

Lo spread ha chiuso sotto i 300 punti, a 296.

Sul fronte dei cambi, l’euro rimane sopra la soglia di 1,15 dollari, è scambiata a 1,1528 dollari. Vale 129,89 yen, mentre il dollaro-yen si attesta a 112,64.

Debole il petrolio: il Wti, contratto con consegna a dicembre, passa di mano a 73,4 dollari al barile, in calo dell’1,9%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.