La struttura complessa Laboratorio di Genetica Umana dell’ospedale Galliera viene trasferita nell’istituto di ricovero e cura a carattere scientifico Giannina Gaslini. I circa 650 pazienti talassemici potranno comunque continuare a rivolgersi al Galliera per le prestazioni assistenziali. È quanto prevede la delibera di giunta regionale approvata oggi, su proposta dell’assessore alla Sanità Sonia Viale, per l’unificazione delle due strutture attualmente esistenti sulla base delle disposizioni del decreto Balduzzi.  

«A seguito dell’incontro avvenuto la settimana scorsa con i rappresentanti dell’Associazione ligure talassemici – spiega Viale – abbiamo voluto chiarire e specificare con un apposito allegato ciò che era già previsto, ovvero la permanenza al Galliera di alcuni servizi che hanno ricadute sui pazienti, proprio per andare incontro alle loro esigenze ed evitare disagi. I modelli organizzativi non devono influire sulla qualità delle risposte ai pazienti». In particolare, i talassemici potranno continuare a svolgere gli esami di laboratorio urgenti, le consulenze specialistiche, gli esami strumentali all’ospedale Galliera, dove rimarrà anche la struttura semplice dipartimentale di microcitemia, anemie congenite e dismetabolismo del ferro.

«Il processo di trasferimento dei laboratori di Genetica all’Istituto Gaslini – prosegue l’assessore – è legato alle disposizioni del decreto Balduzzi che prevede per la Genetica medica un bacino massimo di 4 milioni di abitanti e un bacino minimo di 1,5 milioni di abitanti. La delibera approvata oggi è frutto di un percorso di confronto e condivisione, per fare in modo che sul territorio genovese ci sia un’unica struttura complessa all’istituto Gaslini».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.