«Le Regioni hanno dato il loro assenso all’intesa sul decreto relativo alle risorse per l’edilizia residenziale pubblica. Nell’ambito di questo fondo è stato anche deciso un contributo di solidarietà alla Regione Liguria per far fronte alle esigenze che si sono determinate in seguito al crollo del Ponte Morandi a Genova come accaduto in altre situazioni drammatiche», lo ha dichiarato il vicepresidente della conferenza delle Regioni Giovanni Toti (presidente della Regione Liguria), al termine della seduta di oggi.

«Si tratta complessivamente di 321 milioni e il contributo di solidarietà per Genova che proponiamo al governo è pari al 2%, ossia 6,4 milioni». Il riparto per la Liguria è di 18 milioni.

Il fondo dovrà finanziare programmi di recupero dell’edilizia residenziale pubblica, in particolare per quanto riguarda il ripristino degli alloggi anche ai fini dell’adeguamento energetico, degli impianti e del miglioramento sismico degli immobili.

«Ho poi informato la conferenza delle Regioni – ha proseguito Toti – sulle relazioni con il governo per quanto concerne il decreto per Genova e le infrastrutture. Ritengo che sia indispensabile coinvolgere al massimo livello la Regione e il Comune per diversi aspetti: a partire dalla necessità di un’intesa per la scelta del commissario, per arrivare alla definizione degli ambiti territoriali, delle procedure e delle misure necessarie per il sostegno della zona logistica nell’area portuale di Genova. Mi auguro che il governo dimostri la massima coerenza, la necessaria sensibilità e agisca di conseguenza».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.