L’ospedale policlinico San Martino, per far fronte all’emergenza Ponte Morandi, ha messo in atto una serie di misure, di seguito elencate:

Attivazione Piano d’Emergenza Intraospedaliera Massiccio Afflusso di Feriti (Peimaf)

Attivazione Unità di Crisi presso Sala Riunioni Direzione Generale dove è raccolta la Direzione Strategica dell’Ospedale

Stretto contatto con centrale 118 e relative informazioni a uscire

Valutazione dei posti letto disponibili all’interno della struttura: 20 posti di letto in Terapia Intensiva, 13 sale operatorie attive con equipe al completo, Trauma Center attivo, allestimento terzo punto di triage al Pronto Soccorso

Dimessi i pazienti non urgenti da tutte le U.O. di degenza

Allestimento gruppo accoglienza psicologica e allestimento di supporto psichiatrico in Pronto Soccorso

Blocco in servizio di tutti gli operatori sanitari, raddoppiato il personale al pronto soccorso, e organizzazione eventuale permanenza del personale all’interno dell’ospedale

Attivazione forniture straordinarie di materiale, scorte di materiale per assistenza sanitaria e organizzazione con i Carabinieri per trasporto di eventuale materiale urgente.

Valutazione e dotazione sale mortuarie (28 posti eventuali) e allestimento ulteriori sale mortuarie/camera ardente presso il D.I.M.I in viale Benedetto XV. Contatto con camere mortuarie Comune di Genova e attività cimiteriali.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.