Una cinquantina i provvedimenti effettuati in luglio nell’ambito della  normativa relativa al decoro e alla salvaguardia dell’immagine di Alassio.

A tirare le somme degli interventi della polizia municipale alassina è il comandante Francesco Parrella.

«La maggior parte degli interventi riguarda bivacchi e mendicità. «Abbiamo emesso – racconta Parrella – diversi provvedimenti di Daspo urbano, previsti dal decreto Minniti, per allontanare altrettante persone che si erano messe a dormire sulle panchine. Ma confesso che alcuni verbali mi hanno un po’ sorpreso. Come quello della signora che in maniera abbastanza sistematica portava il figlio alla fontana pubblica a ridosso del Muretto per lavarlo, o i ragazzini che da una finestra nel budello lanciavano secchiate d’acqua sui passanti, fino a un anziano che in spregio a qualsiasi accortezza rispetto al pericolo di incendio, si è messo a bruciare sterpaglie sulla collina della città».

Intanto proseguono i servizi del fine settimana alla stazione ferroviaria e alle fermate degli autobus per un controllo preventivo sugli arrivi, in collaborazione con il commissariato di pubblica sicurezza.

«Con la Capitaneria di Porto invece – precisa Parella – ogni domenica mattina alle 7 facciamo il “Giro Tende”, il controllo su tutte la Sla e le spiagge libere per sloggiare tende e accampamenti».

Marco Melgrati

«È un impegno costante – commenta Marco Melgrati, sindaco di Alassio – soprattutto perché negli ultimi anni questo controllo è venuto meno lasciando campo libero a quel genere di turismo che tende a impoverire un paese sotto il profilo dell’eleganza, della pulizia, del decoro. Stiamo avviando un’ulteriore serie di iniziative sia contro l’abusivismo, sia contro comportamenti lesivi dell’immagine della città. In questo devo dire che anche i cittadini con le loro segnalazioni ci stanno aiutando molto segno che tutti quanti vogliamo una città più ordinata».

Stamani ha preso il via il servizio di vigilanza privata per nell’ambito del progetto Spiagge Sicure 2018 finanziato con 50 mila euro dal ministero dell’Interno. Il servizio sarà attivo ogni giorno fino al 15 settembre dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17 sulle spiagge e sulle passeggiate a mare e dalle 20 alle 23 nel budello. L’obbiettivo, quello di contrastare il commercio abusivo e segnalare alle forze dell’ordine eventuali criticità.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.