La giunta del Comune della Spezia ha deliberato l’approvazione delle linee guida per l’applicazione del principio di rotazione nelle procedure per l’affidamento di beni servizi e lavori di valore inferiore alla soglia comunitaria e in particolare alla prima soglia economica pari a 40 mila euro. La delibera è stata proposta dal segretario generale Sergio Camillo Sortino.

«Quello deliberato è un documento che si inserisce nel più ampio contesto relativo alla trasparenza, prevenzione e repressione della corruzione e dell’illegalità nelle pubbliche amministrazioni − ha spiegato il sindaco Pierluigi Peracchini (nella foto)− Legalità, etica, imparzialità e trasparenza sono parole chiave, ma soprattutto principi e valori che dovrebbero guidare ogni pubblica amministrazione che deve operare sempre e solo nell’interesse della collettività. Le linee guida deliberate sono composte da cinque articoli che hanno lo scopo di trovare un equilibrio tra il principio della rotazione degli appalti e quello della concorrenza. Cinque articoli chiari che spiegheranno il principio di rotazione, come si applica e quando si può derogare allo stesso. Uno strumento che garantirà ancora di più trasparenza e regolarità degli atti pubblici».

Le disposizioni e le linee guida sono pubblicate nel sito del Comune della Spezia www.comune.sp.it nella sezione “Amministrazione Trasparente” – sottosezione “bandi e Contratti. Clicca qui per consultare le linee guida

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.