Il futuro della Bombardier di Vado Ligure si discute a livello romano e domani, martedì 17 luglio, una delegazione di lavoratori dello stabilimento sarà presente in consiglio regionale: l’incontro, richiesto dalla Cgil con i capo gruppo, ha lo scopo di sollecitare la Regione Liguria affinché chieda al governo di intervenire con un proprio rappresentante politico al prossimo incontro al ministero dello Sviluppo economico previsto per il 25 luglio 2018 alle 10 Roma.

Secondo quanto annunciato dalla Cgil di Savona, è necessario che la Regione solleciti l’impresa Bombadier con l’obbiettivo di portare al tavolo del Mise un responsabile europeo dell’azienda, che abbia l’autonomia e l’autorevolezza di discutere del futuro di Bombardier Vado e prendersi degli impegni con il territorio e con i lavoratori “che a quello stabilimento hanno sempre dimostrato attaccamento e professionalità”.

La vertenza, in caso di conclusione negativa, metterebbe in pericolo oltre 500 posti di lavoro e uno stabilimento che ha oltre 100 anni di storia. La speranza è che siano presenti anche il presidente Giovanni Toti e gli assessori interessati.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.