Ripetuti passaggi perturbati sulla Liguria in previsione per domani, sabato, tali da far diffondere alla Protezione civile regionale l’allerta meteo gialla per temporali emanata da Arpal solo per bacini piccoli e medi delle zone B, D ed E (in sostanza da capo Noli al promontorio di Portofino e nell’entroterra centrale della Liguria). L’orario: dalla mezzanotte alle 15.

L’instabilità si accentuerà dal pomeriggio di oggi, e, dalla notte, ci sarà una situazione meteorologica caratterizzata da un’elevata energia disponibile in atmosfera sopra il bacino del Mar Ligure. Determinante, almeno fino alla parte centrale della giornata di sabato (fatte salve successive valutazioni degli aggiornamenti modellistici) sarà la possibilità di innesco dei fenomeni temporaleschi.

Se le masse d’aria riusciranno a concentrare l’umidità in prossimità dei rilievi, potrebbero svilupparsi temporali localmente anche forti. Qualora invece non si verificasse questo “avvio”, è altrettanto plausibile che i temporali siano deboli o addirittura che non si verifichino. Dal pomeriggio, invece, è più probabile che nuovi fenomeni “da calore” si vadano a verificare in prossimità dei rilievi, localmente in estensione lungo la costa.

Oggi l’approssimarsi di una saccatura atlantica determina un progressivo aumento dell’instabilità dal pomeriggio con possibili rovesci o temporali generalmente moderati sui rilievi, in particolare di A e D, in locale estensione a B in serata. Bassa probabilità di temporali forti su ABD con possibili allagamenti localizzati e danni puntuali per isolate raffiche di vento o trombe d’aria, grandine e fulmini, piccoli smottamenti. Locali condizioni di disagio fisiologico per caldo afoso in particolare nei centri urbani.

Domani l’ingresso di un primo impulso perturbato determina condizioni di marcata instabilità a partire dalle prime ore con possibili rovesci o temporali in particolare su B D ed E e parte occidentale di C. Alta probabilità di temporali forti e organizzati su B, D ed E, bassa altrove. Nel pomeriggio-sera nuova accentuazione dell’instabilità in particolare sui rilievi con possibili temporali in locale estensione alle coste di A e B e bassa probabilità di fenomeni forti.

Dopodomani una successione di impulsi perturbati mantiene condizioni di spiccata instabilità con possibili rovesci o temporali sparsi. Fenomeni più probabili su B, C ed E nelle prime ore, mentre dal pomeriggio l’instabilità sarà più diffusa. Bassa probabilità di temporali forti con possibili allagamenti localizzati e danni puntuali per isolate raffiche di vento o trombe d’aria, grandine e fulmini, piccoli smottamenti. La protezione civile ricorda di osservare le opportune norme di autoprotezione.

Cosa sono i temporali forti o organizzati: I temporali forti sono caratterizzati da precipitazione localmente intensa o molto intensa, tipicamente originata da sistemi convettivi di ridotta estensione spaziale (celle convettive) che si sviluppano in un arco di tempo limitato, spesso di durata inferiore all’ora. I temporali organizzati sono sistemi di celle convettive che formano strutture precipitative più estese o durature del tipico temporale. Tipicamente i temporali sono accompagnati da fulminazioni, talvolta possono essere associati a grandinate e isolate raffiche di vento, più raramente da trombe d’aria. Tali fenomeni possono determinare criticità idrologiche per temporali gialle sui bacini piccoli e medi.

La sala operativa regionale resterà aperta per tutta la durata dell’allerta. In caso di eventi intensi, durante l’allerta sarà pubblicato il monitoraggio sul sito, inviato anche tramite twitter (@ARPAL_rischiome).

Sulla pagina Facebook post con immagini, grafici e dati.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.