È stato firmato ieri a Vallebona, il Comune dell’imperiese capofila della prima “Comunità del benessere” riconosciuta dalla Comunità Europea, il protocollo di intesa tra la Regione Liguria e Aces Europe per l’avvio di un test sull’attività fisica di 500 abitanti dei 18 Comuni del comprensorio. Per Aces Europe ha firmato il presidente Gian Francesco Lupattelli.

«La rilevazione − ha spiegato l’assessore alla Sanità della Regione Liguria Sonia Viale − avverrà attraverso un braccialetto che dovrà essere indossato continuativamente per 20 giorni. Si tratta di una sperimentazione innovativa che ha lo scopo di capire meglio il legame tra l’attività fisica e il benessere complessivo della persona: i risultati saranno presentati a Lisbona l’anno prossimo».

Per la rilevazione, oltre ai dispositivi telematici ed elettronici, verranno messi a disposizione i questionari approvati dall’Oms attraverso le strutture sanitarie, gli uffici pubblici o strutture convenzionate sul territorio. Il monitoraggio consentirà di valutare lo stato di salute e le condizioni motorie del campione. Sarà uno staff medico proveniente da diversi ambiti (Asl, strutture ospedaliere, case di riposo) a provvedere alla formazione del campione tra la popolazione e a raccogliere i dati, che saranno poi trasmessi a diverse università europee accreditate dall’Oms. «I risultati − ha concluso Viale − saranno sicuramente molto utili per la definizione delle nuove politiche sociosanitarie in linea con le reali esigenze del territorio e della persona».

La Comunità “L’arco del benessere” è nata nel 2017 e vede l’adesione di dieci Comuni dell’imperiese (Pigna, Perinaldo, Rocchetta Nervina, Dolceacqua, Seborga, San Biagio della Cima, Ospedaletti, Bordighera, Camporosso e il capofila Vallebona) e di uno francese (Saorge, in Val Roya). L’intento è promuovere il territorio attraverso la proposta di attività che mettono al centro il benessere, l’attività sportiva praticata a tutte le età e la qualità della vita. Nel corso della giornata sono state presentate anche le linee guida per il 2019 che sostengono la candidatura della Comunità del Benessere a “European Community of Sport”.

«Da un anno portiamo avanti con orgoglio la nostra candidatura − ha detto Roberta Guglielmi, sindaco di Vallebona − e il protocollo di intesa firmato oggi si inserisce nella strategia per questo obiettivo. Come attività sportiva abbiamo deciso di puntare sul tennis, per la lunga tradizione presente sul territorio». A Bordighera è stato realizzato il tennis center di Riccardo Piatti, uno dei coach più noti a livello internazionale, un centro moderno, rivolto soprattutto ai professionisti e ai giovani promettenti con quattro campi, due coperti e due scoperti. La sinergia tra i Tennis club di Bordighera e Ventimiglia e il Centro piatti ha permesso di organizzare un torneo dal 28 al 30 settembre, che sarà il primo evento della stagione 2018-2019.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.