Quarto posto assoluto e cinque vele confermate per le Cinque Terre (Comuni di Vernazza, Monterosso al Mare e Riomaggiore) nell’annuale Guida di Legambiente e Touring Club Italiano, “Il mare più bello 2018“.

Questa la motivazione:

“Presenza storica e consolidata nel novero delle Cinque Vele, le Cinque Terre si confermano anche quest’anno fra le località più abili nella capacità di coniugare buon turismo e attenzione al territorio. Tra le novità degli ultimi mesi la smaterializzazione della famosa Cinqueterre Card, la tessera che permetta al turista di usufruire di una serie di servizi e opportunità ora facilmente scaricabile sul proprio cellulare. Grazie alla Cinque Terre Card l’Ente Parco può impegnare in agricoltura fondi che arrivano dal settore turistico: il Parco assegna agli agricoltori le pietre per la ricostruzione ed il mantenimento dei muretti a secco, ma anche la manutenzione dei sentieri stessi, facilita il trasporto di pietrame con l’elicottero nei siti di difficile accessibilità e consegna le piantine di vite per la futura coltivazione. Il Parco Nazionale delle Cinque Terre, tra le principali attività di sostegno all’agricoltura con i proventi derivanti dalla Card (e per favorire l’integrazione), ha istituito la Banca del Lavoro che offre ai richiedenti la disponibilità gratuita di personale qualificato individuato fra i migranti a supporto delle attività agricole di recupero e manutenzione dei terrazzamenti ricadenti nei Comuni di Riomaggiore, Monterosso al Mare e Vernazza. Grazie agli introiti derivanti dalla Card è possibile inoltre il mantenimento delle monorotaie indispensabili all’agricoltura per il trasporto verticale di pesi. Da segnalare infine il lavoro svolto per fronteggiare i fenomeni di erosione costiera e il progetto MedSea Litter, realizzato con Legambiente, per ridurre la presenza di plastica in mare”.

Se la Liguria con le Bandiere Blu, che si concentrano più sui servizi balneari, è prima in Italia, per quanto riguarda la Guida Blu, è “solo” sesta dietro a Sardegna, Sicilia, Puglia, Campania e Toscana.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.