Decolla il 22 giugno il primo volo Genova-Bucharest della compagnia aerea italiana Ernest Airlines.

Due le opzioni settimanali in partenza dal capoluogo ligure: lunedì o venerdì con partenza alle 18.25 e arrivo alle 21.30, mentre da Bucharest la partenza è, nelle stesse giornate, alle 16.20 con arrivo alle 17.30.

Da sin. Gianni Berrino e Chady El Tannir

«Abbiamo scelto Genova – spiega il presidente della compagnia Chady El Tannir – perché la catchement area di riferimento è molto ampia. Genova intercetta passeggeri da tutta la Liguria, ma anche basso Piemonte, Nord della Toscana e Sud Ovest della Francia». Un volo studiato non solo per servire la numerosa comunità romena in Liguria (la seconda più numerosa con oltre 20 mila residenti), ma anche per l’incoming turistico: «L’Italia è vendibile tutto l’anno – dice El Tannir – e la Liguria è in primo piano sia per il turismo balneare sia crocieristico. Pensiamo anche ai passeggeri dei traghetti che si imbarcano per la Sardegna, ora possono arrivare anche in aereo».

Il neocommissario dell’Agenzia In Liguria di Pietro Paolo Giampellegrini evidenzia che la Liguria si impegnerà per vendere non solo il proprio “marchio” ma anche l’idea di vita sana, la propria enogastronomia, l’attenzione per l’ambiente e il benessere: «Oggi è quello che conta nel turismo. Me ne sono reso conto accompagnando il presidente Giovanni Toti alla consegna dei premi Nobel. In pochi sanno che la Liguria fornisce i fiori della cerimonia».

Ernest Airlines vola da un anno, per ora ha 5 aeromobili, ma ha già in progetto di ampliare a 12 la propria “flotta”. I soci sono italiani e svedesi. Ha cominciato collegando Italia e Albania, poi Italia e Ucraina, ora la Romania. I progetti sono ambiziosi (nessuna conferma ufficiale, ma Svezia e Russia povrebbero essere i prossimi passi).

Per l’Aeroporto si tratta di un ulteriore passo avanti: «Il nostro incremento di traffico a fine maggio è a doppia cifra rispetto all’anno scorso – annuncia il direttore generale Piero Righi – soprattutto grazie ai voli internazionali». Nei prossimi giorni proprio Righi presenterà il piano di sviluppo dello scalo genovese alla compagine azionaria. Per Paolo Odone, presidente di Aeroporto di Genova spa, l’obiettivo è arrivare a fine anno al milione e mezzo di passeggeri».

«Avere un nuovo volo – commenta l’assessore regionale al Turismo Gianni Berrino – dà il via a una serie di effetti positivi anche occupazionali».

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.