C’è tempo sino al 15 giugno per gli organizzatori di sagre per fare domanda e fregiarsi della denominazione di Ecofesta, aspirando a ottenere parte dei 25 mila euro messi a disposizione dalla Regione Liguria.

L’obiettivo delle ecofeste è di ridurre i rifiuti prodotti; minimizzare gli impatti ambientali; svolgere la raccolta differenziata di tutte le tipologie avviabili alla valorizzazione (quali carta, cartone, plastica, vetro, lattine..) nel modo corretto; diminuire il ricorso a materie prime non rinnovabili; utilizzare le feste come veicolo per la sensibilizzazione e l’informazione ambientale dei partecipanti.

Il Piano regionale di gestione dei rifiuti prevede, tra le varie iniziative di prevenzione rifiuti, la promozione delle ecofeste (intese come modo ecologico di gestire sagre e feste, organizzate da Comuni, Pro Loco, associazioni), con l’obiettivo di ridurre i rifiuti prodotti, svolgere la raccolta differenziata e utilizzare l’evento quale veicolo per la sensibilizzazione e l’informazione ambientale dei partecipanti.

Pur in assenza di contributi specifici anche nel periodo 2015-2017 erano arrivate istanze per ottenere il logo. Quest’anno, per rilanciare con maggiore efficacia l’iniziativa per il 2018, la Regione ha individuato specifiche risorse per consentire quantomeno un contributo “a rimborso” (per un massimo di 500 euro a evento) alle Ecofeste Regione Liguria che si posizioneranno ai primi posti di una specifica graduatoria. Le spese ammissibili sono quelle sostenute per le attività di sensibilizzazione in tema di prevenzione rifiuti; le spese per materiali di consumo sostenibili.
Inoltre sono stati modificati i criteri per la concessione del nuovo logo realizzato a costo zero dagli uffici regionali, che sostituirà quello realizzato per il progetto originario, non più disponibile.

Il logo sarà concesso in ogni momento agli organizzatori degli eventi in possesso dei requisiti richiesti, mentre le domande di contributo dovranno pervenire entro il giorno 15 giugno 2018 alle ore 12. Un punteggio aggiuntivo è previsto in caso di collaborazione con un Centro di Educazione ambientale del Sistema Ligure nelle attività di sensibilizzazione correlate all’Ecofesta.

Sono ammissibili a rimborso anche Ecofeste svoltesi prima della data ultima di presentazione delle domande.

Qui altre informazioni.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.