La Borsa di Milano ha aperto di slancio: l’indice Ftse Mib guadagna l’1,1% a 22.352 punti. Tra i titoli in evidenza Italgas (+2,57%), Unicredit (+2,08%) che vola dopo le voci di una possibile fusione con la francese Societe Generale, e Intesa Sanpaolo (+1,77%), giù invece Fca (-0,93%) e Azimut Holding (-0,93%).

Nei mercati asiatici Tokyo ha chiuso in modo brillante, guadagnando l’1,37%.

Attesi i dati sulla fiducia degli investitori europei e degli ordini di fabbrica americani.

Quotazioni del petrolio poco mosse in avvio di settimana dopo i forti cali di venerdì: i contratti sul greggio Wti con scadenza a luglio passano di mano a 65,87 dollari al barile. Il brent perde è a quota 76,81 dollari al baril.

Nei cambi le quotazioni dell’euro sono in rialzo alle prime battute sui mercati internazionali. La moneta unica europea passa di mano a 1,1687 dollari (1,1660 venerdì alla chiusura di Wall street). Contro lo yen la moneta unica vale 128,17.

Lo spread tra Btp e Bund ha aperto in calo a 219 punti dai 226 dela chiusura di venerdì. Il rendimento del titolo decennale italiano scende al 2,60%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.