Tenta il rimbalzo la Borsa di Milano, con un avvio di seduta positivo: l’indice Ftse Mib segna un rialzo dello 0,67% a 21.495 punti. Solo Prysmian (-0,51%) e Stmicroelectronics (-0,4%) sono in ribasso nel listino principale. Recuperano le banche: Finecobank +4,15%, Banca Generali +3,49%, Mediobanca +3,1%.

In Europa solo Parigi apre in negativo a -0,33% a 5.420 punti, mentre Francoforte (+0,21% a 12.693 punti) e Londra (+0,1% a 7.639 punti) sono in lieve rialzo.

Nei mercati asiatici Tokyo ha chiuso a  -1,52% contagiata dalla situazione italiana ino a pesare nella lontana Asia e nel Pacifico.

Sul fronte macro si attende il Beige Book della Fed, il tasso di disoccupazione e quello d’inflazione in Germania. In arrivo dall’Ue la fiducia industriale, dei servizi e dei consumatori.

Il petrolio resta sotto la soglia dei 67 dollari dopo le valutazioni dell’Opec sul raggiungimento degli obiettivi dei tagli che avevano provocato i cali dei giorni scorsi. Il greggio Wti resta sui livelli della chiusura di ieri a New York a 66,7 dollari al barile. Il brent scivola a 75,26 dollari.

Nei cambi quotazioni dell’euro in lieve rialzo dopo i minimi da 10 mesi toccati ieri sul dollaro ma ancora sotto la soglia di 1,16. Questa mattina la moneta unica europea passa di mano a 1,1567 dollari (1,1539 ieri sera a New York) e a 125,80 sullo yen.

Dopo le impennate di ieri in netto calo lo spread tra Btp e Bund: 275,4 punti base. Il rendimento del titolo decennale italiano è al 3%.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.