Popolazione ancora in calo a Genova, dove i residenti sono diminuiti di 3.504 unità al 31 dicembre 2017 rispetto al dato dell’anno precedente. Nell’ultimo trimestre il calo è stato di 451. Lo ha evidenziato il quarto numero del notiziario statistico del Comune di Genova.

In calo anche le famiglie: a fine dicembre 2017 erano 293.251 (-1.361, -0,5% rispetto a dicembre 2016; -480, -0,2% rispetto a settembre 2017).

In negativo anche il rapporto tra nascite (3.672) e decessi (8.344): il saldo naturale passa dalle -4.169 unità del 2016 alle -4.672 del 2017.

Resta positivo il saldo migratorio, con le immigrazioni che superano le emigrazioni, ma entrambi i fenomeni sono in calo: 12.440 immigrazioni rispetto alle 12.705 del 2016 (-265; -2,1%) e 11.262 emigrazioni contro 11.573 (-311; -2,7%). Il saldo è a +1.178 del 2017.

Aumentano i matrimoni (1.341 +64; +5%), diminuiscono gli scioglimenti che passano da 890 a 763 (-127; -14,3%).

Per quanto riguarda gli andamenti dell’economia e del lavoro, nel 2017 le ore autorizzate dalla Cassa Integrazione Guadagni nella Città Metropolitana di Genova hanno registrato complessivamente una diminuzione del 69,6% (-5.141.702 ore) rispetto al 2016. Tale diminuzione è dovuta al forte calo degli interventi straordinari (-79,0%) e di quelli in deroga (-26,8%). In aumento, invece, gli interventi ordinari (+10,1%).

La fonte dei dati è rappresentata dagli archivi Inps che gestiscono la cassa integrazione. Gli archivi sono alimentati: per quanto riguarda la cassa integrazione ordinaria industria ed edilizia dalle delibere di autorizzazione della commissione provinciale del lavoro, per la cassa integrazione straordinaria dai decreti emessi dagli uffici regionali del lavoro. Quindi le ore autorizzate ogni mese non sono di competenza del mese stesso, ma possono riferirsi sia a periodi precedenti il mese di autorizzazione (la maggior parte) sia a periodi successivi.

Nel Porto di Genova nel 2017 si registra, rispetto all’anno precedente, un aumento dell’imbarco per le merci in colli e a numero (+12,3%), per gli oli minerali e rinfuse (+6,2%) e per bunkers e provviste (+1,3%). Per quanto riguarda gli sbarchi si registra un aumento per le merci in colli e a numero (+12,7%) e gli oli minerali alla rinfusa (+3,2%) mentre diminuiscono le altre rinfuse (-3,1%). Il movimento container registra complessivamente un incremento del 14,1%. I contenitori sbarcati aumentano del 13,5% e quelli imbarcati del 14,8%.

Il traffico passeggeri nel 2017 registra complessivamente una diminuzione del 3,4%. La diminuzione interessa sia i traghetti (-0,7%), sia le crociere (-9,1%, tiene conto anche dei passeggeri in transito).

Per quanto riguarda il turismo, negli esercizi alberghieri ed extralberghieri del Comune di Genova nel 2017 si registra, rispetto all’anno precedente, un aumento sia degli arrivi (+43.769; +5,2%) sia delle presenze, misurate in giorni di permanenza, (+90.279; +5,1%).

La componente straniera risulta in aumento sia sugli arrivi (+27.834; +6,6%) sia sulle presenze (+60.170; +7,2%.).

 

In aumento il tasso di inflazione tendenziale dell’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC) relativo alla città di Genova (calcolato al lordo dei consumi di tabacco) che passa da 0,6 a dicembre 2016 a 1,3 a dicembre 2017.

 

 

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.