Entro fine anno saranno quasi 230.000 gli Open Meter installati in Liguria. Il dato è emerso durante l’incontro tra E-Distribuzione, società del Gruppo Enel per la gestione della rete elettrica, e le associazioni dei consumatori della Liguria, organizzato per illustrare la strategia dell’azienda, basata, spiega un comunicato della società, «su ascolto dei clienti, innovazione e investimenti mirati sul territorio».

L’incontro è stata anche l’occasione per avviare un confronto con i rappresentanti dei consumatori sul servizio offerto da E-Distribuzione e le aspettative del cliente. In occasione della tappa ligure è stato presentato anche il piano di installazione degli Open Meter, la nuovissima generazione di contatori che fornirà informazioni sui consumi ancora più dettagliate e abiliterà nuovi servizi innovativi, il tutto per una maggiore consapevolezza ai fini del risparmio energetico.

Tutte le province saranno coinvolte nel programma di rinnovo tecnologico che sarà completato nei prossimi anni: 620.000 in provincia di Genova, 292.000 in quella di Savona , 182.000 in quella di Imperia e 164.000 in provincia di La Spezia.

E-Distribuzione e associazioni dei consumatori hanno sottoscritto un accordo contenente gli impegni che saranno rispettati nel processo di sostituzione massiva dei contatori. Nell’incontro a Genova è stato rinnovato l’impegno di un confronto continuo, improntato alla massima disponibilità, chiarezza e trasparenza: le basi per soddisfare le richieste dei consumatori.

La società ha presentato anche le iniziative che puntano a garantire un servizio di qualità, elaborate proprio partendo dalle esigenze espresse dai clienti. Tra le tante iniziative, il nuovo modello di contatto multicanale, che punta a favorire e migliorare il dialogo e l’interazione tra il cliente e l’azienda: il Contact Center Commerciale, che si è aggiunto al tradizionale Servizio di Segnalazione Guasti; il sito internet “e-distribuzione.it” con i tanti servizi on line a misura di clienti e produttori, soprattutto di quelli rappresentate dalle Associazioni; i canali social (facebook, twitter, youtube), sui quali e-distribuzione è presente già da qualche mese.

I nuovi canali e i nuovi servizi rendono possibile un’interazione semplice, rapida e adeguata alle esigenze di tutti i clienti, anche di quelli più evoluti che utilizzano di frequente le moderne piattaforme social.

Per assicurare una relazione sempre più accurata e completa con il cliente, E-Distribuzione ha investito anche sulle strutture di front-end chiamate ogni giorno a confrontarsi con clienti sempre più esigenti. Attraverso lo smartphone e un’app dedicata, tecnici e operai hanno ora a disposizione tutte le informazioni necessarie per soddisfare le richieste dei 1.258.000 clienti connessi alla rete gestita da e-distribuzione.

All’incontro di Genova hanno partecipato oltre 15 rappresentanti delle associazioni di Adiconsum, Adoc, Adusbef, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Codacons, Federconsumatori, Lega Consumatori.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.