Gli chef russi a scuola di cucina a Varazze, hanno imparato a utilizzare i fiori eduli liguri nell’ambito del progetto Interreg Alcotra Antea.

I corsi di formazione per i cuochi e maitre della Federazione sono organizzati in partnership dall’agenzia Invest-Marvik di Mosca e Tour Events Liguria sotto l’insegnamento del maestro Renato Grasso del ristorante Santa Caterina di Varazze.

Con il coordinamento del Centro studi sul turismo dell’Alberghiero di Alassio e dei tecnici del Centro di sperimentazione e assistenza agricola, partner del progetto, lo chef varazzino ha dedicato ai fiori eduli un modulo del suo progetto formativo inerente i piatti della tradizione ligure impreziositi dai colori e dai sapori dai fiori prodotti nell’azienda dell’Istituto Agrario Aicardi di Albenga, che collabora all’interno del progetto Antea.

Gli chef russi hanno sperimentato l’utilizzo dei fiori eduli con i gamberi di Sanremo, il brandacujun, il coniglio e i frisceu preparando un menu completo che, grazie alla responsabile di TourEvents Liguria Anna Baydyuk, sarà promosso attraverso le piattaforme social e i blog di cucina russi.

L’educational rientra nelle azioni messe in campo dai docenti dell’Istituto di istruzione secondaria superiore “Giancardi-Galilei-Aicardi” per la promozione del prodotto locale sui mercati esteri nel segmento della ristorazione di qualità.

L’evento s’inserisce nei laboratori didattici previsti all’interno del progetto Antea volti alla valorizzazione di imprese e territori impegnati nella produzione di fiori eduli attraverso cooking show e corsi di cucina tenuti da food blogger, chef, gourmet, influencer e opinion leader del settore dell’enogastronomia.

I percorsi didattici sono stati realizzati con i prodotti delle aziende Rzero group di Ravera – Linea RaveraBio, olio di oliva extravergine ArnascABio della Cooperativa Olivicoltori di Arnasco, Brut MilleniumTertium della Cantina Lunae Bosoni di Ortonovo.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here