«Mobilità territoriale contenuta e nessun esubero. È un ottimo risultato». Così la Fabi (Federazione autonoma bancari italiani) commenta l’accordo l’accordo siglato con Cariparma Crédit Agricole sulle ricadute dell’incorporazione delle tre Casse di Rimini, Cesena e San Miniato.

L’accordo, ha detto Fabrizio Tanara, coordinatore Fabi per Cariparma Crédit Agricole, «conclude positivamente una trattativa lunga e complessa che ha visto la Fabi impegnata nella tutela dei 2.000 lavoratori coinvolti. Grazie all’ottenimento del trasferimento di attività nei territori delle tre banche, siamo riusciti a contenere la mobilità territoriale straordinaria (dalle tre banche a Parma) entro dimensioni accettabili (150 persone), con la previsione di adeguati trattamenti economici. Anche il raccordo dei trattamenti contrattuali delle tre banche con le normative esistenti in Cariparma, è stato realizzato in modo equilibrato, così da evitare squilibri tra i colleghi, che a decorrere dal 2019 torneranno a percepire, sia pure con gradualità, il premio aziendale, allineandosi progressivamente ai trattamenti esistenti nella capogruppo. L’accordo stabilisce anche un aumento dell’erogazione giornaliera prevista per i colleghi del Consorzio (Crédit Agricole Group Solutions) che saranno impegnati nella gestione dei processi di migrazione delle procedure informatiche».

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.