La nautica può essere un efficace volano per lo sviluppo, ma le norme fiscali devono essere chiare, trasparenti e non oggetto di interpretazioni estemporanee che determinino un mutamento delle condizioni di mercato.

Questo uno dei principali messaggi che scaturiranno dall’appuntamento che Bureau Veritas Italia, in collaborazione con lo Studio Fiscale Piana Illuzzi Queirolo Trabattoni di Genova e lo Studio Tributario Santacroce & Associati (Roma e Milano), ha organizzato per l’11 maggio prossimo, nell’ambito della manifestazione Versilia Yachting Rendez-vous.

Lorenzo Pollicardo

Si tratta di un workshop tecnico che ha una finalizzazione precisa: quella di tracciare una rotta sicura che gli operatori della nautica da diporto possano percorrere con relativa sicurezza nel complesso mondo della fiscalità. Verrannomesse a fuoco le tematiche relative all’attestazione di navigazione in alto mare per gli yacht adibiti ad attività di noleggio per finalità turistiche, e le opportunità di efficienza fiscale per i cantieri di costruzione e di refitting nell’ambito del Piano Nazionale Industria 4.0.

Il meeting di Viareggio sarà anche il teatro di un inusuale confronto fra fratelli, entrambi ingegneri: Lorenzo Pollicardo, segretario generale di Nautica Italiana e Ettore Pollicardo, presidente di Bureau Veritas Italia, che apriranno i lavori del convegno.

Ettore Pollicardo presenterà il progetto nel quale si sta impegnando Bureau Veritas Italia per la costituzione, già in corso, di un Osservatorio che diventi lo strumento per monitorare e favorire il confronto su tematiche e fenomeni di trasformazione della società, favorendo l’interazione di istituzioni, aziende, professionisti.

Ettore Pollicardo

L’obiettivo è quello di accendere i riflettori sui mega-trend, ma anche di evidenziare elementi di interconnesione e di reazione indotta che possono trasformare fatti e innovazioni apparentemente circoscritti in mutamenti con impatto su una platea estesa di stakeholder. Nel caso dei mega-yacht e del business del lusso sul mare, le ricadute territoriali, su comunità locali e su intere filiere produttive e di servizi.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.