Chiusura contrastata per le Borse europee, con Milano in testa grazie alla perfomance di Pirelli. I listini europei hanno risentito del calo di Wall Street, penalizzata dal fatto che il rendimento dei titoli di stato decennali è tornato sopra il 3% e ai massimi dal 2011(Treasury al 3,06%). Chiusura in ordine sparso per le principali borse europee dopo una giornata di alti e bassi. Parigi ha guadagnato lo 0,23% a 5.555 punti e Londra lo 0,16% a 7.722 punti. In lieve calo Francoforte, che ha ceduto lo 0,06% a 12.970 punti.Il Cac di Parigi segna 0,23% a 5.555 punti, Ftse 100 di Londra -0,16% a 7.722 punti, il Dax di Francoforte -0,06% a 12.970 punti. Milano ha terminato le contrattazioni con Ftse Italia All-Share a 26.586,35 punti (+0,15%) e Ftse Mib a 24.297,17 punti (+0,31%).

A Piazza Affari exploit di Pirelli (+4,34%) grazie ai conti trimestrali, bene anche Ubi Banca (+1,71%), Azimut (+1,28%), Banco Bpm (+1,17%) e Bper (+1,14%). In calo Mps (-1,52%) , oggetto di prese di beneficio. In fondo al listinio principale Unipolsai (-1,92%%), debole insieme al comparto assicurativo dopo che l’Ivass, ha aperto alla possibilità di stress test anche per le assicurazioni

Sul fronte valutario euro in calo, attestato a 1,1865 dollari, contro gli 1,1924 dell’apertura e gli 1,1967 della chiusura di ieri. La divisa europea è scambiata a 130,823 yen, contro i 131 dell’apertura e i 131,18 della chiusura precedente, mentre il cambio dollaro/yen è a 110,321.

Poco mossi i prezzi del petrolio, dopo essere arrivati a guadagnare piu’ dell’1%: i future del Wti a luglio scendono dello 0,2% a 70,85 dollari al barile, mentre quelli a luglio del brent salgono dello 0,7% a 78,77 dollari.

Lo spread tra Btp e Bund chiude a 130 punti base. Il tasso sul titolo a dieci anni del Tesoro si attesta all’1,94%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.