La Liguria è la settima regione italiana per distribuzione del 5 per mille 2016 per regione di residenza dell’ente destinatario: una quota del 3,8% del totale nazionale (a farla da padrone sono ovviamente la Lombardia con il 36,9% e il Lazio con il 19,4%). È quanto emerge dal Focus sul tema della Fondazione nazionale dei commercialisti e del consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili.

In totale sono 1.584 gli enti, scelti da 497.531 contribuenti (+1,4% rispetto al 2015). In lieve calo il valore totale dell’importo: 18,8 milioni (-0,2%). Una media di 11.890 euro a ente, per una media scelte di 37,9.

La provincia di Genova è la quarta italiana dopo Milano, Roma e Torino: 876 enti scelti da 433.541 contribuenti (+1,2%) per un importo totale di 16,8 milioni, che valgono il 3,4% nazionale. Molto indietro le altre: Savona “pesa” lo 0,2% a livello nazionale con 304 enti e 901.842 euro, La Spezia lo 0,1% con 181 enti e 534.049 euro, al pari di Imperia con 223 enti e 511.506 euro.

Ad attirare le scelte in Liguria sono soprattutto due enti della ricerca scientifica e sanitaria che compaiono nei primi dieci in Italia: la Fondazione italiana Sclerosi Multipla (quarto posto italiano nel settore, decimo assoluto, 123.652 scelte, per un importo di 5,1 milioni) e l’Istituto Giannina Gaslini (sesto posto del settore, quindicesimo assoluto, con 77.504 scelte pari a 3,4 milioni di euro).

Buona performance anche per il Comune di Genova, che compare al sesto posto della classifica riservata agli enti locali: 2.137 scelte per un importo di 74.915 euro. La Spezia raccoglie 508 contribuenti per un importo di 15.423. Savona 368 scelte per 12.325 euro. Imperia 196 scelte per un totale di 5.030 euro.

Per quanto riguarda il volontariato buone performance anche per l’Associazione italiana celiachia (25esimo posto assoluto) con 58.867 scelte per un valore di 1,8 milioni e della Gigi Ghirotti per lo studio e la terapia del dolore (39esimo posto totale): 28.946 scelte per un valore di 1,025 milioni.

Tra le pubbliche assistenze la prima è la Croce d’Oro di Sampierdarena con 2.185 scelte e un importo di 59.237 euro.

La prima non genovese in classifica è la Spes associazione Auser di Ventimiglia con 2.342 scelte e un importo totale di 51.052.

Nel savonese la prima è l’Associazione dott. Franco Guido Rossi di Cairo Montenotte con 1.817 scelte e un importo di 48.451 euro. Nello spezzino l’Associazione pubblica assistenza di Ceparana di Bolano con 1.103 scelte e un importo di 27.060 euro.

La prima associazione sportiva dilettantistica è la Polisportiva integrabili di Sanremo con 247 scelte e 10.459 euro.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.