Nel week end di Pasqua a Sanremo i controlli sulla regolarità delle case vacanze hanno evidenziato un 10% di infrazioni. La sanzione minima, con il pagamento ridotto nei 60 giorni, è piuttosto salata: 2 mila euro.

I controlli – fa sapere il Comune – vengono effettuati esaminando i tanti annunci che si trovano su internet e incrociando i dati con l’elenco fornito dalla Regione Liguria, nonché con quello delle strutture censite on line messo a disposizione da Federalberghi nazionale.

L’intento è contrastare le irregolarità alla Legge regionale n. 32 del 12 novembre 2014 inerente alla mancata comunicazione alla Regione e al Comune.

«Un ringraziamento doveroso al Corpo di Polizia Municipale – commentano l’Assessore Barbara Biale e il consigliere comunale Giuseppe Faraldi incaricato dal sindaco Alberto Biancheri a occuparsi della materia – che, come già accaduto durante l’ultima edizione del Festival, ha nuovamente incentivato i controlli in un periodo di maggiore affluenza come quello pasquale. Le case vacanze offrono una diversificazione importante dell’offerta turistica ma devono muoversi nella legalità, rispettando tutte le norme previste e rispondendo così anche alle esigenze di sicurezza. I controlli continueranno per tutto l’anno».

A questo proposito si ricorda ai proprietari di immobili che intendono avviare l’attività di affittacamere, bed & breakfast, case e appartamenti per vacanza che il facsimile della documentazione necessaria per mettersi in regola è scaricabile direttamente del sito della Regione Liguria.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here