«Questo territorio, dopo un po’ di torpore, si sta svegliando: si tratta di un risveglio dinamico, che tocca anche gli enti pubblici. Ci sono tante bellissime idee, alcune più fattibili di altre, ma senza un sostegno finanziario, difficilmente riusciranno a concretizzarsi». Il territorio di cui parla Gianluca Petrera, direttore Italia di Reuben Brothers, oggi ospite a un convegno del Blue Economy Summit, è la Liguria, in particolare Genova. E quel sostegno finanziario di cui necessitano le tante idee nate in regione può trovare una risposta proprio nel fondo di investimenti che poco più di un anno fa ha acquisito una quota di Portosole dal Gruppo Cozzi Parodi.

Reuben Brothers aveva già presenziato nel capoluogo ligure a novembre, in occasione degli Stati Generali dell’Economia (leggi qui il nostro articolo) e il fatto che ora sia tornato in occasione del Summit dedicato all’economia del mare è significativo: «Siamo investitori che non hanno necessità di un ritorno immediato − spiega Petrera a Liguria Business Journal − piuttosto abbiamo bisogno di concludere iniziative di medio-lungo periodo: il ritorno può essere anche nello sviluppo del territorio in sé. Del resto, se il territorio si sviluppa, migliora anche il nostro investimento: si tratta di un percorso sinergico, che aiuta il pubblico e il privato».

Petrera conferma il particolare interesse del fondo per un preciso progetto, ma non svela nomi: «Sì, c’è un’iniziativa a cui stiamo guardando, ma ce ne sono anche altre di nostro interesse».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.