Questa mattina sono stati presentati i lavori di ripristino dell’ascensore di Villa Scassi che collega via Cantore con corso Scassi, fermo dallo scorso 17 luglio per un guasto tecnico. Dopo un piccolo imprevisto iniziale, causato dall’attivazione dei sofisticati impianti di sicurezza, l’impianto – tra i più utilizzati in città con una media mensile di ventimila passeggeri – ha funzionato secondo le previsioni e a breve tornerà a servire i residenti della zona a monte di Sampierdarena e di gran parte dell’utenza diretta all’ospedale Villa Scassi.

Per la riapertura al pubblico si attende l’effettuazione della visita di collaudo da parte dei funzionari ministeriali, prevista venerdì 13 aprile. Le prove che la Commissione intende effettuare sono comunque già state eseguite con successo dai tecnici di impresa e Comune.

L’impianto consente di collegare direttamente, e senza soste intermedie, via Cantore fino alla nuova stazione di corso Scassi che si trova sul lato del parco di fronte all’ospedale, evitando così il percorso pedonale lungo la galleria da via Cantore.

Fra le caratteristiche principali dell’impianto di Villa Scassi vi è quella di proseguire il proprio percorso senza doversi fermare durante il cambio di inclinazione tra il tratto orizzontale e quello verticale, minimizzando i tempi di percorrenza e ottimizzando gli spazi a disposizione con l’intero recupero del primo tratto della galleria esistente. La particolare conformazione costruttiva del raccordo tra il tratto orizzontale e quello verticale consente inoltre di evitare contraccolpi che provocherebbero una sensazione sgradevole al passeggero, oltre a conseguenze sul carrello di cabina, sottoposto altrimenti a urti e sollecitazioni.

Per questioni di sicurezza dell’esercizio l’ascensore era già predisposto con un sistema di video sorveglianza che copre tutte le aree sensibili del nuovo impianto, cabina compresa. L’evacuazione di emergenza è possibile sia attraverso scale dedicate, sia attraverso un ascensore ausiliario dedito al recupero passeggeri, miglioria che agevola notevolmente il recupero dei passeggeri disabili.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.