«Un grande evento su cui puntiamo molto, il settore della blue economy vale il 10% del Pil italiano e Genova ne fa la parte del leone. Questa è la prima edizione, ma puntiamo a un evento più internazionale, di portata europea». Giancarlo Vinacci – assessore allo Sviluppo economico del Comune di Genova, presenta così il Blue Economy Summit, una 4 giorni (9-12 aprile) di convegni, eventi e confronti, dedicata a tutte le attività umane che utilizzano il mare, le coste e i fondali come risorse per attività industriali e lo sviluppo di servizi: acquacultura, pesca, biotecnologie marine, turismo marittimo, costiero e di crociera, trasporto marittimo, porti e settore cantieristico, energie rinnovabili marine.

L’obiettivo è arrivare a concentrare in un unico periodo o al massimo due macro-eventi, tutti quelli collegati al mare che si svolgono a Genova durante l’anno: dal Festival del Mare dell’Università di Genova alla Genoa Shipping Week di Assagenti con il supporto di Clickutility Team, società genovese specializzata in eventi B2B. Prevista la firma di un protocollo d’intesa. «In questo modo diventerebbe l’evento settoriale più importante d’Europa».

L’idea a lungo termine è l’incontro tra operatori, utilizzatori e investitori. «Genova sarà tra le prime città in Italia per proiezioni di Pil, stiamo lavorando per evitare che i nostri giovani debbano cercare lavoro altrove», dice Vinacci, che ricorda il vantaggio notevole che ha Genova in ambito portuale: «Il pescaggio naturale del nostro porto è di 35 metri, mentre i porti del Nord non vanno oltre i 13-14 metri, dobbiamo sfruttare questo grande vantaggio».

Clicca qui per il programma.

Da sinistra Silva, Cenci, Balleari, Vinacci, Maresca e Campora

A essere coinvolti diversi assessorati, a partire da quello di Stefano Balleari, vicesindaco con delega a mobilità e logistica: «La settimana prossima si parlerà della Svizzera, noi siamo il loro sbocco al mare, firmeremo un patto di collaborazione con il Comune di Lugano».
Francesco Maresca, consigliere delegato per l’evoluzione delle attività marittime evidenzia come ci sia un «lavoro durissimo da fare, anche normativo, ci stiamo battendo in modo che il Comune entri nel Comitato di gestione portuale, visto che ora è vietato nominare politici, ma solo tecnici». Per l’assessore all’Ambiente Stefano Campora si tratterà di un’occasione per aggiornare sull’elettrificazione delle banchine portuali e sulla gestione delle acque reflue.
Simonetta Cenci, assessore all’Urbanistica, farà il punto sulla missione al Mipim di Cannes per attrarre investimenti sul Waterfront di Levante e l’Hennebique.

«Due sono gli elementi distintivi – dice Carlo Silva, presidente di Clickutility Team –  non solo la risorsa mare creatrice di sviluppo sui moli, ma anche altri temi che contribuiscono a creare un giro d’affari notevole come turismo e ittiturismo».

Sei le aree tematiche: porto infrastrutture, nuovi mercati, intermodalità, waterfront; high tech, formazione, nuove professioni, ricerca; eccellenze territoriali, assicurazioni, trasporti
turismo, crociere, nautica, autostrade del mare; ambiente, porti, tecnologie, trasporto marittimo; pesca, ittiturismo, acquacoltura, riviere, cultura, tradizioni.

Mercoledì 11 aprile, in concomitanza con la neonata Festa del Mare, saranno organizzate delle visite tecniche dedicate alle scuole in collaborazione con l’Università degli Studi di Genova. Quattro gli eventi in programma che coinvolgeranno oltre 500 studenti e che toccheranno le principali aree del Porto Antico di Genova: visita al cacciatorpediniere “Caio Duilio”; visita al Port Center; visita alla Capitaneria di Porto; visita guidata alla mostra “Baglietto – Un sogno sul mare” a Palazzo San Giorgio.

Il Caio Duilio sarà aperto alle visite del pubblico lunedì 9 aprile dalle 14.30 alle 18.30; il 10 dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30; il 12 dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30.

Il 12 aprile, fa sapere Vinacci, ci sarà un lunch riservato a bordo della Duilio per 15 persone, top secret la lista, probabilmente investitori.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.