Partito lo startup contest che punta a valorizzare la creatività e l’imprenditorialità del Levante ligure: Tigullio crea impresa. Il territorio gioca di squadra per fornire agli aspiranti imprenditori gli strumenti necessari per verificare se da un’idea può nascere un’azienda.

Cinque le categorie in gara: Turismo; Arte, Cultura/No profit; Salute & Benessere; Industrial; Design/Artigianato. Per i vincitori ci saranno tre mesi di tutoring e incubazione all’interno di Wylab.

Dopo i buoni risultati dello scorso anno ecco chi è coinvolto: oltre all’associaizione Tigullio crea impresa, Wylab, Crédit Agricole Carispezia e il dipartimento di Design del Politecnico di Milano. Il sostegno istituzionale è arrivato da Regione Liguria, Comuni di Portofino, Santa Margherita, Rapallo, Zoagli, Chiavari e Sestri Levante. Presente anche il patrocinio e il contributo della Camera di Commercio di Genova.

Non servono business plan, prototipi o risorse finanziarie: l’unica cosa che conta è avere un’idea imprenditoriale e la voglia di mettersi alla prova. Partecipare è gratuito.

Si può presentare la propria candidatura fino al 6 aprile sul sito. Una settimana più tardi, al Grand Hotel Miramare di Santa Margherita, saranno resi noti i progetti selezionati. Il 5-6-12 maggio tra Rapallo e Chiavari, si svolgeranno le tre giornate di design thinking in collaborazione con il dipartimento di Design del Politecnico di Milano e l’Università degli Studi di Genova: una full immersion durante la quale tutor di comprovata esperienza aiuteranno i partecipanti a capire se quella lampadina accesa può superare la prova del mercato. Il 27 maggio la finalissima a Sestri Levante, nell’ex convento dell’Annunziata: cinque team, uno per ogni categoria, si aggiudicheranno il premio di “Tigullio Crea Impresa” dopo la sfida a colpi di pitch e saranno incubati per tre mesi in Wylab.

La grafica dell’iniziativa

La scorsa edizione, delle 100 domande pervenute in meno di tre settimane, 14 idee sono state selezionate per la finale e 4 di esse si sono aggiudicate i premi di categoria. Tra queste anche BookYourBeach premiata in seguito per la categoria Ict alla Smartcup Liguria e al Premio nazionale innovazione di Napoli.

Stefano Tambornini, presidente associazione Tigullio crea impresa, dice: «L’edizione del 2017 di “Chiavari crea impresa” ha suscitato interesse ed entusiasmo da parte delle istituzioni e di giovani imprenditori del territorio. Un successo che ci ha spinti a costituire l’omonima associazione Tigullio crea impresa con una base estesa di associati, rappresentati da diversi giovani Founder e Amministratori di aziende e start up del territorio, che condividono l’iniziativa e i valori richiamati dal progetto. In questo modo diamo una forma più stabile al contest e permettiamo la sua ripetibilità nel tempo. L’associazione ha per scopo la valorizzazione delle risorse del territorio ed il suo sviluppo economico e sociale attraverso il supporto, a titolo puramente gratuito, a giovani talenti desiderosi di avviare una propria attività d’impresa».

Vittoria Gozzi, ceo Wylab, aggiunge: «È un orgoglio vedere il territorio unito in nome dei giovani e della loro creatività: tutti i Comuni hanno aderito con convinzione e passione, un messaggio positivo che i ragazzi sapranno cogliere. Siamo certi che come per la scorsa edizione saremo inondati di idee e proposte: ci aspettano due mesi bellissimi e siamo felici di giocarli come un’unica squadra attraversando il Tigullio e alcune delle sue splendide location».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.