Dopo l’arrivo delle prime istruzioni giunte dal ministero degli Interni in merito alla legge 219/2017, la legge sul biotestamento, l’ufficio dello Stato Civile di Sestri Levante si è attivato per essere pronto a ricevere le Dat, Disposizioni anticipate di trattamento, da parte dei cittadini interessati.

La legge 219/2017, volendo tutelare il diritto alla vita, alla salute, alla dignità e all’autodeterminazione di ciascun cittadino, stabilisce che nessun trattamento sanitario può essere iniziato o proseguito senza il consenso libero e informato dell’interessato. Nello specifico la norma prevede che “ogni persona maggiorenne e capace di intendere e di volere, in previsione di un’eventuale futura incapacità di autodeterminarsi e dopo avere acquisito adeguate informazioni mediche sulle conseguenze delle sue scelte, può, attraverso le Dat, esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari, nonché il consenso o il rifiuto rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e a singoli trattamenti sanitari. Indica altresì una persona di sua fiducia, …, che ne faccia le veci e la rappresenti nelle relazioni con il medico e con le strutture sanitarie”.

I cittadini residenti nel Comune di Sestri Levante possono quindi depositare le Dat presso l’ufficio di Stato Civile (sede comunale di viale Dante) dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12. (0185478344 – 0185478340).

La busta contenente la dichiarazione dovrà riportare i dati del soggetto dichiarante, la propria volontà in merito ai trattamenti sanitari, i dati del fiduciario (non obbligatorio). Sulla busta devono inoltre essere riportati la dicitura “Disposizioni anticipate di trattamento (Dat) di “nome del dichiarante”, i dati (nome, cognome, luogo e data di nascita e residenza) del dichiarante, i dati del fiduciario (se nominato). Al dichiarante viene rilasciata apposita ricevuta. L’ufficiale dello Stato Civile non può in alcun modo partecipare alla redazione della Dat e/o fornire informazioni sul suo contenuto: il funzionario si occupa semplicemente di verificare che le modalità di consegna della Disposizione siano conformi a quanto richiesto dal ministero.

Le Dat vengono conservate a cura del Comune, e il nominativo del dichiarante viene iscritto in apposito registro informatico e cartaceo, che tuttavia a oggi non è collegato ad alcun fascicolo elettronico sanitario. Allo stato attuale il Registro non è pubblico poiché mancano ancora i decreti attuativi previsti dalla legge per collegare i Comuni al Servizio Sanitario Nazionale. Potranno prendere visione delle informazioni contenute nel registro solo il dichiarante e (se indicati nell’atto dichiarazione sostitutiva di atto notorio) il medico di famiglia e i sanitari che lo avranno in cura, il fiduciario e il supplente del fiduciario, se nominati, il notaio che ha redatto l’atto, gli eredi del dichiarante, se espressamente individuati, secondo le modalità dell’accesso agli atti. Tutte le informazioni relative alla legge sul “biotestamento” sono disponibili sul portale del Comune di Sestri Levante.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.