Sono cresciuti in media del 60% con picchi che hanno raggiunto quasi il +90% nella seconda domenica di marzo, i visitatori nei musei civici genovesi nelle domeniche gratuite, iniziativa nata alcuni anni fa e “rivitalizzata” dall’assessorato al Marketing Territoriale, Cultura e Politiche Giovanili presieduto da Elisa Serafini, che ha promosso una nuova campagna di comunicazione sui canali digitali e web con l’obiettivo di sensibilizzare i più giovani.

Il boom riguarda, in particolar modo, i musei di Strada Nuova (+116% nella domenica del 18 marzo 2018 contro quella del 17 marzo 2017), il Museo d’Arte Orientale Chiossone (+131% nella domenica del 26 marzo 2018 contro quella del 25 marzo 2017), il Museo di Sant’Agostino e il Museo di Storia Naturale, ma anche musei più “periferici” come le Raccolte Frugone di Nervi e il Museo Archeologico di Pegli (+55% tra la domenica del 26 marzo 2018 e quella del 25 marzo 2017).

«Di questi tempi non è semplice “convincere” i giovani ad andare nei musei. Per questo abbiamo scelto di scommettere sui social e sul web − commenta Serafini − è stato sufficiente un investimento a costo 0 per valorizzare questa iniziativa. Ogni amministratore pubblico ha il dovere di lavorare basandosi su dati, con l’obiettivo di produrre risultati misurabili in modo quantitativo e qualitativo. Questo è l’impegno del nostro mandato amministrativo». Garantita l’apertura dei Musei a Pasqua e Pasquetta, momento particolarmente importante anche per i visitatori d’oltre confine.

«Ogni visitatore genovese è un potenziale “ambasciatore”, tornerà con amici, accompagnerà turisti e familiari, e permetterà ai nostri musei di crescere in visibilità e sostenibilità: è un investimento di medio-lungo termine», rileva infine l’assessore.

Le domeniche gratuite per i residenti proseguiranno per tutto il 2018 in queste strutture:

  • Musei di Strada Nuova – Palazzo Rosso, Palazzo Bianco, Palazzo Tursi – Via Garibaldi 11
  • Museo Civico di Storia Naturale – Via Brigata Liguria 9
  • Museo di Arte Orientale Chiossone – Piazzale G. Mazzini 4
  • Museo di Sant’Agostino – Piazza Sarzano 35
  • Museo della Commenda – Piazza della Commenda 1
  • Raccolte Frugone – Musei di Nervi – Via Capolungo 9
  • Museo di Archeologia Ligure – Villa Durazzo-Pallavicini, Via Ignazio Pallavicini 13

L’ingresso gratuito per i residenti è valido dietro presentazione di documento di identità.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.