Partenza in deciso rialzo per la Borsa di Milano con il Ftse Mib che ha segnato in avvio un +1,48% a 22.336 punti. Nessuna azione in ribasso nel listino principale, a guidare i rialzi Exor (+3,44%), dopo i conti 2017, Prysmian (+3,27%) e Fca (+3,2%).

Apertura in crescita anche per le principali Borse europee. Parigi +1,48%, Londra +1,2% a 6.888 punti. Francoforte fa ancora meglio con il Dax a +1,77% a quota 11.996 punti.

Nei mercati asiatici la Borsa di Tokyo ha concluso le contrattazioni in netto rialzo, in scia al recupero di ieri degli indici azionari statunitensi. L’indice Nikkei ha segnato un +2,65%, a quota 21.317,32, aggiungendo 551 punti. Sul mercato dei cambi lo yen ritraccia dai massimi in 16 mesi sul dollaro, scendendo a quota 105,40, e sulla moneta unica, a 131,50.

Il prezzo del petrolio resta sopra i 65 dollari al barile sui mercati. Il greggio Wti del Texas scambia a 65,86 con un rialzo di 31 centesimi con gli investitori che soppesano i rischi della guerra commerciale fra Usa e Cina, delle tensioni geopolitiche e i dati sulle scorte, specie degli Stati Uniti.

Nei cambi avvio stabile per l’euro in avvio di giornata. La moneta unica scambia a 1,2453 rispetto al dollaro (+0,08%). In Asia, dove i mercati azionari sono saliti dopo la corsa di Wall Street e un allentamento delle tensioni fra Usa e Cina sui dazi, lo yen ritraccia dai massimi in 16 mesi sul dollaro, scendendo a quota 105,40 e, sull’euro, a 131,50.

Apertura stabile per lo spread fra Btp e Bund. Il differenziale segna 137 punti contro i 138 della chiusura di lunedì. Il rendimento del decennale italiano è pari all’1,909%.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.